Venerd́ 14 Agosto10:48:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Al via la quarta edizione di HeraSolidale per sostenere sette progetti ambientali e di solidarietà

riparte il progetto che coinvolge clienti, lavoratori e la multiutility

Attualità Rimini | 14:14 - 27 Luglio 2020 Al via la quarta edizione di HeraSolidale per sostenere sette progetti ambientali e di solidarietà

Al via la quarta edizione di HeraSolidale, il progetto con cui i lavoratori del Gruppo Hera, l’azienda stessa e i clienti sostengono organizzazioni impegnate in progetti ambientali e di solidarietà, che crescono da cinque a sette. Nella scorsa edizione sono stati raccolti circa 370 mila euro, a cui si sono aggiunti i quasi 64 mila donati dai dipendenti della multiutility, in una edizione straordinaria di HeraSolidale, a favore dei Servizi Sanitari di Emilia-Romagna, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Marche.

Partecipando a HeraSolidale i lavoratori del Gruppo Hera possono effettuare una donazione attraverso un addebito mensile in busta paga oppure con il sistema di welfare aziendale Hextra. In parallelo, la multiutility si impegna a destinare al progetto 1 euro per ogni nuovo cliente acquisito da Hera Comm. Anche i nuovi clienti luce e gas di Hera Comm, a loro volta, possono partecipare a HeraSolidale scegliendo di destinare 1 euro ulteriore in fase di sottoscrizione di un’offerta a libero mercato a una delle organizzazioni coinvolte.

Visto il successo finora riscontrato dal progetto, la quarta sarà un’edizione ancora più lunga che durerà fino al 2022 per raggiungere insieme azienda, clienti e dipendenti ulteriori obiettivi di solidarietà.

Cinque organizzazioni vengono scelte, come in passato, con un processo che coinvolge i lavoratori sulla base di alcuni criteri, tra cui la notorietà e trasparenza delle attività e il loro contributo a uno o più obiettivi di sostenibilità e sviluppo definiti nell’Agenda Onu al 2030 (salute e benessere, istruzione di qualità, la vita sott’acqua, la vita sulla terra, pace, giustizia e istituzioni solide).
La nuova edizione, inoltre, è stata estesa a due ulteriori organizzazioni, scelte da Hera perché attive nel settore della tutela dell’ambiente, in linea con i valori di Gruppo.

Salviamo i nostri mari dalla plastica”, di Marevivo Onlus, è un progetto di pulizia dei mari italiani attraverso la raccolta dei rifiuti plastici nelle acque dei porti e nei circoli nautici per mezzo di moderne tecnologie, volto quindi a ridurre l’inquinamento marino, promuovendo un modello di economia e di consumo circolare;

Let’s green Madagascar!”, di Treedom Foundation Onlus, intende offrire un’alternativa sostenibile e di lungo periodo all’agricoltura, in un’area dell’isola in cui si ricorre all’incendio di intere aree forestali e vecchi terreni agricoli, con la realizzazione di un vivaio di specie forestali e da frutto, la formazione e la piantumazione di alberi, garantendo sovranità alimentare e opportunità di reddito.


Un donatore per tutti”, dell’Associazione Donatori Midollo Osseo, mira all’acquisto di tamponi salivari per effettuare le iscrizioni di nuovi potenziali donatori attraverso un semplice e veloce prelievo salivare;

Bimbi in ANT”, di Fondazione ANT, punta a garantire l’assistenza pediatrica domiciliare ai piccoli malati di tumore, supporto psicologico ai bambini che hanno un familiare ammalato e formazione nelle scuole sulla tematica della perdita e del lutto;
“Le speciali visite in ospedale dei Dottor Sogni”, della Fondazione Theodora Onlus, offre ai bambini e ai ragazzi ricoverati a Bologna presso il Policlinico Sant’Orsola-Malpighi e l’Ospedale Bellaria, momenti di gioco e svago permettendo loro di ritrovare la quotidianità e trasformando la stanza dell’ospedale in un luogo più accogliente e familiare;

Un centro educativo-scolastico in Ghana”, della Comunità della Missione di don Bosco (CMB), sostiene una scuola di prima alfabetizzazione per bambini, un centro giovanile pomeridiano, un campo estivo e la formazione dei membri CMB. Il sostegno va dall’acquisto del materiale scolastico a quello dei pasti, dal supporto ai costi delle utenze al contributo degli stipendi del personale;

Un’istruzione per i bambini del Ciad”, di UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, mira a garantire l’accesso all’istruzione primaria ai bambini rifugiati in Ciad, la cui vita è stata stravolta dalla guerra, lavorando su capienza delle scuole, formazione insegnanti, fornitura materiali didattici e attrezzatura, garanzia di un supporto per il trasporto degli studenti, diritto all’istruzione delle ragazze;

HeraSolidale è solo uno dei numerosi progetti promossi da Hera che coinvolgono le comunità locali e le istituzioni dei territori serviti, nella convinzione che solo insieme è possibile fare la differenza e generare valore condiviso. Le iniziative sono tutte rendicontate nel report di sostenibilità “Costruire insieme il futuro”, giunto in queste settimane alla terza edizione, disponibile e consultabile anche online.

Sul sito sono consultabili tutte le informazioni su HeraSolidale.