Martedý 11 Agosto20:52:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, in tre accerchiano due giovani e rubano cellulare e catenina: arrestato minorenne

Il colpo non era il primo della serata: è caccia ai due complici

Cronaca Rimini | 12:50 - 26 Luglio 2020 Una volante della Polizia durante il servizio Una volante della Polizia durante il servizio.

Accerchiati da tre giovani di origine africana e rapinati del cellulare e catenina. E’ accaduto le notte tra sabato e domenica, verso le tre in viale Regina Margherita. A farne le spese due ragazzini di 14 e 15 anni che stavano tornando, assieme a un genitore, in hotel. I tre malviventi, con la scusa di chiedere un accendino, con gesto fulmineo, si sono impadroniti del telefono cellulare del 15 enne, custodito nella tasca posteriore del pantalone. I due allora si sono messi all'inseguimento dei rapinatori che, vistisi raggiunti, con la minaccia di un coltello, hanno strappato la catenina d’oro dal collo del 14enne. Intanto sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato che, subito dopo, hanno individuato un ragazzo che corrispondeva alle descrizioni dei rapinatori. Il giovane è fuggito e da lì è nato un inseguimento a piedi fatto di attraversamenti della massicciata ferroviaria e di cortili interni di vari condomini, fino a che, all’altezza di Via Verri, angolo Via Tommaseo, il magrebino è stato definitivamente bloccato, dopo aver opposto una viva resistenza all’arresto.
Dalla perquisizione personale inoltre è stata rinvenuta della sostanza stupefacente addosso al giovane che è stato quindi denunciato anche per la relativa detenzione. Era poi in possesso di un’altra catenina, presumibilmente bottino di un’altra rapina messa a segno dal terzetto nella serata. Il giovanissimo straniero, minorenne ancora per pochi mesi, è stato arrestato per rapina aggravata, in concorso con altri due giovani rimasti al momento ignoti, per resistenza a P.U. e detenzione di sostanza stupefacente. Le indagini sono in corso per risalire all’identità dei complici.