Mercoledý 05 Agosto16:10:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione: in giro coi documenti falsi e senza assicurazione

La Polizia Locale arresta cittadino moldavo, condannato per direttissima

Cronaca Riccione | 12:11 - 25 Luglio 2020 Monitoraggio del territorio e controllo sulle strade di Riccione della Polizia Locale Monitoraggio del territorio e controllo sulle strade di Riccione della Polizia Locale.

Continuano incessanti i servizi di pattuglia sulle strade della Perla Verde da parte della Polizia Locale di Riccione. L'intensificarsi dei controlli, come disposto dal comandante del corpo di polizia intercomunale, Achille Zechini, giovedì ha portato all'arresto di un cittadino moldavo, trovato in possesso di documenti contraffatti per il quale sono state avviate le procedure di allontanamento dal territorio nazionale.
Non è infatti sfuggito al monitoraggio delle strade da parte degli agenti della polizia locale di Riccione, il cittadino moldavo che giovedì viaggiava a bordo di un'auto, con targa straniera. Gli agenti hanno quindi fermato la vettura che transitava sul lungomare per procedere alla verifica dei documenti di identità dei due uomini a bordo e della documentazione relativa all'autovettura. Entrambi gli occupanti dell'auto hanno consegnato ai poliziotti locali documenti rilasciati dalle autorità rumene, ma da un controllo approfondito e di non semplice esecuzione, uno dei due passaporti è risultato contraffatto.
Le verifiche svolte con macchinari specifici presso l'ufficio della Polizia di  Frontiera, hanno permesso di acclarare la falsità del documento, determinando quindi l'arresto del cittadino moldavo, irregolarmente presente sul territorio nazionale. Ieri, a seguito di giudizio diretto in Tribunale a Rimini è stato condannato alla pena patteggiata di 10 mesi e 20 giorni, pena sospesa.
Accompagnato presso l'Ufficio Immigrazione della Questura di Rimini, per il cittadino moldavo sono scattati i provvedimenti per l'allontanamento dal territorio italiano. Infine l'auto che guidava è stata sottoposta a sequestro perché priva di assicurazione. Da ieri, venerdì 24 luglio, sono entrati in servizio anche le guardie giurate del progetto ministeriale "Mille occhi sulla città" a cui la città di Riccione ha aderito e che terminerà il 23 agosto. Il Comune di Riccione ha quindi disposto che tutti i giorni, nelle ore notturne a partire dalla mezzanotte fino al mattino successivo alle 7, saranno in servizio nei punti di osservazione fissa, e dinamica qualora sarà necessario il cambio di postazione, quattro agenti delle Guardie giurate particolari, su due auto di pattuglia in luoghi nevralgici della città.
"Abbiamo messo in campo ogni possibile azione che un Ente pubblico fa fare in materia di sicurezza e prevenzione sul territorio - ha detto l'onorevole assessore alla Polizia municipale, Elena Raffaelli -. I risultati ci sono, il controllo è costante e voglio ringraziare comandante e corpo di Polizia Locale per l'impegno dimostrato. Riccione è una città balneare e come tale è esposta a flussi di presenze eccezionali in periodo relativamente concentrati questi ci conduce a dover prendere precauzioni adeguate alla caratteristica del territorio, consapevoli che in breve tempo si deve dare il massimo possibile".