Sabato 08 Agosto07:30:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Gli spettatori del Galli rinunciano al rimborso di abbonamenti o biglietti: il teatro ringrazia

La gran parte lo hanno fatto volutamente, altri forse per dimenticanza o mancata richiesta

Attualità Rimini | 13:44 - 24 Luglio 2020 Pubblico al teatro Galli di Rimini Pubblico al teatro Galli di Rimini.

Rimini è vicina al mondo del teatro, ai suoi artisti e alle sue maestranze. Lo dimostra il lungo elenco di spettatori che hanno rinunciato al rimborso della parte di abbonamento alla stagione teatrale non usufruita o del biglietto dello spettacolo annullato a causa dell’emergenza sanitaria, in parte volontariamente in parte no, forse anche per dimenticanza o per non conoscenza. Tant'è, il teatro ha deciso comunque di ringraziare indistintamente tutti i 360 "mecenati" citandoli uno a uno - quelli che hanno permesso di farlo - nel sito istituzionale.

«Il digiuno ‘forzato’ da spettacoli, concerti, mostre ha però avuto un effetto positivo: esserne privati ha fatto emergere ancora una volta quanto l’arte e la cultura siano indispensabili per la nostra quotidianità», sottolinea l’assessore alla cultura Giampero Piscaglia «per quanto internet e la tecnologia ci sia venuta in soccorso spingendoci a sperimentare nuove forme di veicolazione dei contenuti, niente può sostituire l’emozione di una performance dal vivo, di condividere lo spazio fisico con chi quell’arte la produce davanti ai nostri occhi».