Domenica 09 Agosto10:02:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tra due mesi apre il Cantiere poetico per Santarcangelo dedicato alle poesie dei luoghi

Tra i protagonisti De Angelis, Godano, Guenzi e Bergonzoni. Omaggi a Guerra e Sepúlveda

Eventi Santarcangelo di Romagna | 17:50 - 22 Luglio 2020 Manifesto dei Beni essenziali realizzato dall’artista Eron Manifesto dei Beni essenziali realizzato dall’artista Eron.

Il poeta e scrittore Milo De Angelis, il cantautore dei “Marlene Kuntz” Cristiano Godano, la voce principale del gruppo “Lo Stato Sociale” Lodo Guenzi, l’autore e attore teatrale Alessandro Bergonzoni sono alcuni degli ospiti dell’edizione 2020 del Cantiere poetico per Santarcangelo in programma dal 5 al 12 settembre, principalmente allo spazio eventi dello Sferisterio.

Verso le poesie. Testimonianze poetiche: luoghi e persone, memorie e ossessioni” è il tema e il titolo della sesta edizione che dedicherà omaggi speciali a Tonino Guerra nell’anno del centenario dalla nascita, e a Luis Sepúlveda, presidente onorario dell’associazione dedicata a Guerra e recentemente scomparso a causa del Covid-19. Un titolo che nasce dalla rilettura di due libri che raccontano, seppur con motivazioni differenti, le poesie dei luoghi e i sentimenti degli uomini che li attraversano: “Sentieri nel ghiaccio” di Werner Herzog e “Canto alla durata” di Peter Handke. Due straordinarie composizioni poetiche che possono offrire una nuova possibilità di immaginare il futuro prossimo, al centro delle fertili connessioni con l’arte e l’educazione.

L’edizione 2020 nasce con l’obiettivo di indagare relazioni, traiettorie e passioni, che le arti sceniche ingaggiano con i poeti e le poesie, le parole e le scene poetiche di cui le arti si nutrono, e ne hanno l’assoluta necessità, per tessere opere e documenti, rappresentazioni e sconfessioni. Lungo i sentieri che costeggiano i paesaggi dell’animo, i versi procedono per smottamenti e si insinuano nei respiri degli uomini, negli sguardi degli autori, nelle memorie dei luoghi e nell’alterità delle corrispondenze.

A lanciare ufficialmente la sesta edizione il Manifesto dei Beni essenziali realizzato dall’artista Eron che pone la poesia accanto ad acqua, luce e gas fra gli elementi essenziali per lo sviluppo della vita umana e, quindi, diritti fondamentali della popolazione. In questa edizione, il cui calendario è ancora in corso di definizione, saranno due le “Chiamate pubbliche” alla città: quella per costruire il “Manifesto per le Città” e quella in omaggio a Luis Sepúlveda.

Allor ecco l'invito a partecipare a una straordinaria opera civile collettiva: scrivere un “Manifesto per le Città” attraverso il quale ognuno possa esprimere un messaggio ideale al proprio Sindaco. L’iniziativa prende spunto dai “sette messaggi al Sindaco del mio paese” che Tonino Guerra elaborò a fine anni ’80 esprimendo la sua idea di cittadinanza universale e che sono raccolti e pubblicati nel volume “Le Lucciole. Tonino Guerra”. Il proprio messaggio, che non deve superare le 10 righe, può essere inviato in modalità testuale alla mail santarcangelo@cantierepoetico.org oppure tramite video di 30 secondi da inviare tramite WhatsApp al numero 331 9191041 entro lunedì 24 agosto. I messaggi raccolti aiuteranno la costruzione del prologo alla sesta edizione del Cantiere poetico.

Santarcangelo rende omaggio allo scrittore cileno recentemente scomparso con una seconda chiamata pubblica rivolta a cittadini, lettori, poeti e attori. Chi sceglierà di partecipare, durante Cantiere poetico leggerà alcuni passaggi dei romanzi dello scrittore cileno in luoghi e orari che cambieranno di volta in volta. Entro lunedì 24 agosto è possibile comunicare la propria adesione telefonando al numero 340/0037136 o scrivendo a chiamatapubblica@cantierepoetico.org.
“Vola solo chi osa farlo – Sepulveda dei piccoli” è invece un’iniziativa dedicata a bambini e ragazzi: maestri, insegnanti, genitori e appassionati di letteratura racconteranno agli studenti delle scuole elementari e medie le favole di Luis Sepúlveda.