Sabato 08 Agosto10:25:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Bonus vacanze, a Rimini continua il fenomeno dei prezzi ritoccati: Udicon minaccia l'esposto

L'unione difesa consumatori denuncia l'episodio "Una beffa per tanti riminesi"

Attualità Rimini | 16:24 - 22 Luglio 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Andare in vacanza col bonus vacanze introdotto dal Governo? Un salasso. Se ne sta rendendo conto l’U.Di.Con. Emilia-Romagna che proprio in questi giorni, anche a Rimini, sta ricevendo svariate segnalazioni da parte di cittadini che vogliono usufruire dell’agevolazione nelle strutture ricettive in tutta Italia. «Un'ingiustizia perpetrata alla luce del sole che sta trasformando le vacanze di molte persone in una stangata. Più di un consumatore che ci ha contattato, infatti, ha lamentato un improvviso e repentino aumento del prezzo della prenotazione una volta che l’esercente ha scoperto dell’utilizzo del bonus». 

Il copione è sempre lo stesso: il cliente chiama, si accorda per le date di villeggiatura e dopo il primo preventivo, alla richiesta se la struttura accetta il bonus vacanze il prezzo spesso aumenta in maniera proporzionale. Le giustificazioni date ai cittadini dagli alberghi sono risibili: se è vero che non tutte le strutture hanno aderito al bonus vacanze, quelle che lo hanno fatto non possono permettersi questo comportamento. «Pur riconoscendo le difficoltà del settore turistico, come U.di.Con. Emilia-Romagna riteniamo che sia inaccettabile e un vero e proprio furto approfittare in questa maniera dei turisti che utilizzano il bonus.  Questa problematica va ad aggiungersi ad altre che stanno emergendo in questa fase nel settore: una vacanza costerà fino al 20% in più per le tasche degli italiani. Quel che sta accadendo è paradossale: chiediamo a tutti i cittadini di segnalarci questo vero e proprio furto e ci riserviamo di effettuare un esposto agli organi competenti segnalando in modo puntuale gli operatori turistici che assumono tale prassi illegale».