Domenica 09 Agosto01:22:23
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Un tuffo in mare calcolato male, 40enne milanese ha rischiato la paralisi

Aveva preso la rincorsa ma non aveva previsto bene la profondità dell'acqua

Cronaca Rimini | 08:06 - 20 Luglio 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Anche a Rimini il mare può essere pericoloso, lo si evince dai dati sugli interventi dei marinai di salvataggio, dai decessi già registrati quest'anno (la 17enne brasiliana morta a Riccione, il 19enne piacentino morto in mare e il 69enne deceduto di fronte a piazzale Kennedy) e dall'ultimo episodio, raccontato nelle pagine interne del Resto del Carlino. Un 39enne di Milano dopo aver preso una lunga rincorsa dalla spiaggia si è tuffato in mare, senza però prevedere che in quel punto l'acqua fosse ancora così passa. Rimasto bloccato con un forte dolore alla schiena e problemi a respirare, è stato assicurato dal salvataggio con un collare, in attesa dell'arrivo del 118. È avvenuto domenica a Torre Pedrera di Rimini.