Venerdý 14 Agosto10:51:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Distrugge l'appartamento della ex e minaccia di dare fuoco alla figlia: arrestato un tunisino

L'uomo ha dato di matto e si è cosparso a sua volta di alcol: la polizia ha evitato il peggio

Cronaca Rimini | 14:45 - 18 Luglio 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Dopo aver violato il domicilio della ex convivente e averglielo distrutto, ha minacciato di darsi fuoco dopo essersi cosparso il corpo con l'alcol, attentando anche alla vita della figlia di lei. L'intervento della polizia ha permesso di sventare il peggio e di arrestare il 34enne tunisino che è stato segnalato all'autorità giudiziaria per violazione di domicilio, danneggiamento aggravato, minacce gravi e aggravate ai danni dell’ex convivente, false dichiarazioni sull’identità personale. Pregiudicato, irregolare e senza documenti di identità, ha fornito agli agenti un nome falso, però è stato subito scoperto una volta condotto in questura per l'identificazione.

L'intervento è stato invocato dalla donna che aveva trovato l'ex compagno mettere a soqquadro l'appartamento. Alla scena ha dovuto assistere anche la figlia, che è stata minacciata ripetutamente di morte assieme alla donna, la quale racconterà poi di aver spesso assistito a scene in cui l'uomo si manifestava violento, spesso alterato dall'alcol. Proprio ricorrendo a un flacone di sostanza denaturata trovata in cucina, il tunisino si è cosparso il corpo per poi tentare di bagnare anche la bambina e minacciando di darle fuoco. Fortunatamente la madre è riuscita a scappare e ad avvisare le forze dell'ordine prima che la situazione degenerasse.