Venerd́ 14 Agosto09:19:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il mistero non si ferma con MystFest 2020, 47° Grangiallo Città di Cattolica

Morgan, Pupi Avati e un omaggio a Raffaello Sanzio con Valerio Massimo Manfredi

Eventi Cattolica | 11:20 - 18 Luglio 2020 MystFest, presentazione MystFest, presentazione.

Il Mistero non si ferma, torna a Cattolica dal 31 luglio al 2 agosto il MystFest 2020 – 47° Premio Gran Giallo città di Cattolica. Tra gli ospiti il regista Pupi Avati e il cantautore Morgan. Nell’anno delle celebrazioni per Raffaello Sanzio una serata evento con Valerio Massimo Manfredi e la mostra Raffaello in particolare. Indizi tracce ed enigmi.
L’Amministrazione Comunale di Cattolica ha voluto fortemente confermare, nonostante le difficoltà del momento, il più importante e longevo concorso dedicato al giallo e al mistero, che nei suoi 47 anni di storia è stato trampolino di lancio dei più importanti giallisti italiani. Una decisione non scontata, presa anche per non tradire la fiducia dei concorrenti, che hanno partecipato numerosi superando i numeri delle edizioni precedenti. Tre grandi eventi per un’edizione rimodulata che declina il giallo nella letteratura, l’arte, la musica e il cinema.
L’artwork del manifesto è curato anche per questa edizione dall’illustratore Alessandro Baronciani, una citazione d’autore della nascita del festival rivelatasi di grande attualità.



IL PROGRAMMA
 
 
Venerdì 31 luglio – Piazza 1° Maggio, ore 21.00
Si svelano i misteri di Raffaello Sanzio e i vincitori dei premi

I riflettori si accendono sul Festival per la cerimonia di Premiazione del 47° Premio Gran Giallo città di Cattolica, il primo premio dedicato al giallo e al mistero che vede una giuria composta da grandi nomi della letteratura contemporanea: Barbara Baraldi, Giancarlo De Cataldo, Maurizio de Giovanni, Carlo Lucarelli, Valerio Massimo Manfredi, Ilaria Tuti. Con loro il direttore de Il Giallo Mondadori Franco Forte e la direttrice del MystFest Simonetta Salvetti. Nella stessa serata verranno assegnati altri due importanti riconoscimenti: il Premio Alberto Tedeschi e il Premio Alan D. Altieri.
Per celebrare Raffaello Sanzio a 500 anni dalla scomparsa, un’inchiesta sui misteri legati alla sua vita e alle sue opere con due grandi conoscitori dell’artista: lo scrittore Valerio Massimo Manfredi e il Presidente dell’Accademia Raffaello di Urbino, prof. Luigi Bravi, che accompagneranno il pubblico in un viaggio nel Rinascimento segreto.
La Regina omaggia inoltre il genio urbinate con un'esposizione nata in collaborazione con l'Assessorato al Turismo e all'Unesco del Comune di Urbino e curata da Mjras Studio di Urbino, dal titolo Raffaello in particolare. Indizi tracce ed enigmi.
La mostra, allestita alla Galleria Santa Croce (via Pascoli, 21) e realizzata con il contributo di Riviera Banca e il sostegno di Sgr per la Cultura, è ad ingresso gratuito e si potrà visitare fino a dicembre 2020, dal giovedì alla domenica dalle 20.30 alle 23.30.
 
 
Sabato 1 agosto – Piazza 1° Maggio, ore 21.00
Marco Castoldi, in arte MORGAN, ritira il II Premio Andrea G. Pinketts

Sarà Morgan a ritirare quest’anno il Premio Andrea G. Pinketts, giunto alla sua seconda edizione. Il riconoscimento dedicato alla memoria dello Sceriffo di Cattolica, viene conferito ad un personaggio della cultura eclettico e pinkettsiano. Attribuito nel 2019 allo scrittore texano Joe R. Lansdale, il premio quest’anno viene assegnato al cantautore e polistrumentista fondatore dei Bluvertigo, che si esibirà in un concerto per pianoforte solo.
 
 
Domenica 2 agosto– Arena della Regina, Piazza della Repubblica, ore 21.00
Pupi Avati. Arcano incantatore

La serata di chiusura del Festival segna un ritorno alle origini del MystFest con il grande cinema e uno dei suoi principali protagonisti: Pupi Avati. Ospite della kermesse che lo ha visto protagonista già dagli anni ’80, il regista bolognese racconterà il suo percorso nel cinema giallo e il suo inconfondibile stile horror gotico-padano. Nella serata verrà proiettato il film l'Arcano Incantatore, pellicola del 1996 con Stefano Dionisi e Carlo Cecchi. La rassegna proseguirà nei giovedi di agosto con la proiezioni di: Zeder, Il Nascondiglio e Il Signor Diavolo.

 
10 PICCOLE INDAGINI. Un’antologia a sostegno della Caritas di Cattolica
10 Piccole Indagini è l’antologia che raccoglie i racconti vincitori delle ultime 10 edizioni del Premio Gran Giallo città di Cattolica. Il progetto è nato nel pieno dell'emergenza Covid-19, quando la direzione del Festival, con il contributo del direttore de Il Giallo Mondadori Franco Forte, ha deciso di scendere in campo a sostegno della Caritas San Pio V di Cattolica, alla quale va il ricavato della vendita.  



RACCONTI FINALISTI
in ordine alfabetico per autore

Il talento di Centum - Emilio Daniele
Skinny - Valentino Eugeni
Una voce dal passato - Eugenio Fallarino e Raffaella Lupo
Boninsegna e Facchetti - Marco Fedele
La tonalità della gratitudine - Liudmila Gospodinoff
Acqua alta - Nicolina Scalzo
Desdemona - Michele Scoppetta
Pia nella bolla - Massimo Tivoli
Il sussurro delle ossa - Lia Tomasich
L'ultimo flamenco - Pasquale Vasto

La pregiuria formata da Luigi Boccia, Claudio Bovino, Catia Corradi, Simona Godano, Marco Ischia, Antonella Mecenero, Samuele Nava, Giulio Palmieri, Cristina Rossettini, Salvatore Stefanelli, Andrea Valeri ha individuato la rosa dei finalisti tra i 132 lavori pervenuti al concorso.

Ora la parola passa alla giuria composta da Barbara Baraldi, Giancarlo De Cataldo, Maurizio de Giovanni, Franco Forte, Carlo Lucarelli, Valerio Massimo Manfredi, Simonetta Salvetti, Ilaria Tuti.

La premiazione del racconto vincitore avrà luogo Venerdì 31 luglio 2020 alle ore 21.00 in Piazza 1° Maggio a Cattolica.
Nella stessa serata verranno premiati i vincitori del Premio Tedeschi 2020 e del Premio Alan D. Altieri 2020.