Sabato 08 Agosto08:22:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

I gruppi di lettura di Riccione si ritrovano e tornano a discutere di libri e di scrittori

Incontri nel giardino della biblioteca comunale

Eventi Riccione | 17:43 - 15 Luglio 2020 Il giardino esterno della biblioteca di Riccione Il giardino esterno della biblioteca di Riccione.

Ad uno ad uno anche i gruppi di lettura della biblioteca comunale di Riccione si ritrovano e tornano a discutere di libri e di scrittori. Il primo sodalizio letterario a ripercorrere la strada del rientro, dopo i mesi del distacco forzato ma anche di letture furiose, è il Rifugio Letterario condotto da Debora Grossi, attrice e scrittrice riccionese, che si ritroverà nel giardino della biblioteca (con tutti i crismi del distanziamento e delle norme anti-Covid) al chiaro di luna il prossimo martedì 21 luglio. Al centro della serata sarà “Febbre” l’opera prima, dichiaratamente autobiografica, dell’esordiente Jonathan Bazzi, finalista al Premio Strega 2020 (Fandango Editore). Il Rifugio Letterario tornerà poi a riunirsi il prossimo 18 agosto, in vista della ripresa autunnale.

Ma anche gli altri gruppi di lettura fremono per riprendere gli incontri de visu dopo mesi di contatti mail e video-chiamate di mutua vicinanza letteraria. A giorni infatti anche il Vicolo, il blasonato gruppo di lettura coordinato con piglio da Mina Marcinnò, storica bibliotecaria di Riccione ora a riposo, annuncerà il calendario dei suoi incontri pomeridiani mensili. Mentre il Club dei Viaggiatori Immaginari condotto da Matteo Palazzi, un altro dei bibliotecari riccionesi, che si rivolge ai giovani (young adult) e giovanissimi appassionati di lettura, sta accogliendo nuove adesioni in vista dei prossimi incontri. Partecipare ai gruppi di lettura è facile e completamente gratuito: basta telefonare in biblioteca (tel 0541 600504) e iscriversi al prestito. Quanto al resto, poco altro: ogni gruppo si dà le proprie regole e stabilisce l’ordine delle letture e degli scrittori preferiti. Si sceglie un libro, ognuno se lo legge per conto suo, assieme se ne approfondiscono i temi, si mettono a confronto le emozioni. Quello che conta è condividere il piacere della lettura e lo scambio delle idee.