Marted́ 04 Agosto07:09:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Proprietari di immobili, in arrivo contributi per la rinegoziazione dei contratti d’affitto

Al via le domande: circa 78mila euro le risorse destinate a sette Comuni dell’Unione Valmarecchia

Attualità Santarcangelo di Romagna | 17:10 - 15 Luglio 2020 Per accedere al bando occorre avere la residenza in uno dei sette Comuni della Valmarecchia Per accedere al bando occorre avere la residenza in uno dei sette Comuni della Valmarecchia.

In arrivo dalla Regione Emilia-Romagna i contributi destinati ai proprietari di immobili che, viste le difficoltà delle famiglie dovute all’emergenza Covid-19, abbiano rinegoziato o intendano rinegoziare i contratti d’affitto con i propri inquilini. Mentre infatti si aprirà a giorni il bando affitti 2020 che prevede contributi diretti per 116mila euro destinati alle famiglie per alleggerire i canoni di locazione, da lunedì 20 luglio sarà anche possibile presentare domanda di accesso al Fondo regionale di sostegno alle abitazioni in locazione per una seconda tipologia di intervento legata specificatamente alla rinegoziazione dei contratti d’affitto.

Sono circa 78mila euro le risorse che la Regione Emilia-Romagna ha destinato a sette Comuni dell’Unione Valmarecchia: Santarcangelo, Verucchio, Poggio Torriana, Novafeltria, San Leo, Pennabilli, Sant’Agata Feltria. Tali risorse sono appunto finalizzate a sostenere le famiglie in difficoltà nel pagamento dei canoni di locazione attraverso l’erogazione di contributi ai proprietari di immobili che abbiano rinegoziato o intendano rinegoziare i canoni di locazione riducendone l’importo, oppure modificato la tipologia contrattuale, sempre con riduzione dell’importo del canone, inclusa la stipula di nuovi contratti a canone concordato. Il contributo, se dovuto, sarà quindi erogato direttamente al locatore.

Tra i requisiti principali per accedere al bando occorre avere la residenza in uno dei sette Comuni dell’Unione interessati, essere titolari di un contratto di locazione regolarmente registrato e avere un Indicatore della situazione socio-economica (Isee) inferiore o pari a 35mila euro. Per poter inoltrare richiesta di contributo occorre inoltre non essere assegnatari di un alloggio di edilizia residenziale pubblica, non aver beneficiato di un contributo regionale sull’affitto 2019 o 2020 (quest’ultimo in partenza dal 20 luglio), né di quelli previsti per “morosità incolpevole” o “emergenza abitativa”.

Per quanto attiene invece le tipologie di rinegoziazione dei contratti e l’entità del contributo, le casistiche cambiano a seconda del Comune di riferimento e della riduzione dell’importo del canone d’affitto, nonché della tipologia di contratto di locazione (libero, concordato, transitorio). La riduzione del canone deve essere in ogni caso applicata per almeno 12 mesi. Per i Comuni di Santarcangelo, Verucchio e Poggio Torriana è inoltre prevista la possibilità di stipulare nuovi contratti concordati per alloggi sfitti, con un contributo previsto pari al 50 per cento del canone dei primi 18 mesi per un contributo massimo comunque non superiore a 3mila euro.

Si potrà presentare domanda di contributo a partire dal 20 luglio fino al 31 dicembre 2020 presso lo Sportello Casa di Santarcangelo (scala A, primo piano), soltanto previo appuntamento da fissare al numero 380/8993959, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 anche per richiedere informazioni sui requisiti del bando. La domanda potrà essere presentata da un componente il nucleo famigliare maggiorenne anche non intestatario del contratto di locazione, purché residente nel medesimo alloggio oggetto del contratto di locazione stesso. Ciascun nucleo famigliare potrà inoltrare una sola domanda, così come nel caso di più contratti stipulati nel corso dell’anno. Maggiori informazioni, il bando integrale e la modulistica sono disponibili sul sito www.vallemarecchia.it.