Lunedý 10 Agosto21:08:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

La moda del designer Valerio Farina in una preview al Teatro Galli: una dichiarazione d’amore per Rimini

"Vietato non amare" è la collezione del brand Numero 00, alla presentazione anche il sindaco Gnassi

Eventi Rimini | 16:16 - 15 Luglio 2020 Alcuni capi della sfilata Alcuni capi della sfilata.

L’amore come valore assoluto. Che ci permette di vivere liberi da ogni preconcetto. Rimini. Come punto di partenza e porto sicuro. Da qui Valerio Farina, designer, riminese di adozione, è partito per la sua nuova collezione che verrà presentata giovedì 16 luglio al teatro Galli di Rimini, alle ore 16. Ideatore del brand  Numero 00, nato nel 2012, Farina ha portato i suoi capi a sfilare per ben tre volte alla Milano Fashion Week, la più importante kermesse di moda in Italia, oltre che a viaggiare per il mondo promuovendo il suo marchio.
La sfilata sarà mandata in streaming in diretta mondiale, la cosa più bella è però che parlerà della città di Rimini e, come base di registrazione, avrà il ponte di Tiberio. La città di Rimini, sede del brand sin dal principio,  rappresenta più di un luogo e diventa musa ispiratrice e idealmente incarna l’amore materno. La sfilata è patrocinata dal comune di Rimini  e alla presentazione sarà presente anche il sindaco di Rimini Andrea Gnassi.


LA COLLEZIONE

Il nome della collezione, “Vietato non amare”,  è il claim che si trova spesso nella parte più casual e tecnica. Non è un caso che il direttore creativo usa due negazioni nella stessa frase per comunicare un messaggio positivo. 
Gioca con la dicotomia positivo/negativo prendendo spunto dall’attualità pregna di situazioni contrastanti e paradossali. Vietato non amare che si traduce con vietato non essere liberi, sia spiritualmente - nel rispetto del prossimo - e sia fisicamente.
Infatti il designer espone stilisticamente la volontà di spogliarsi dai preconcetti e dalle regole attraverso la realizzazione di capi che si distinguono per morbidezza e purezza grazie anche ai tessuti utilizzati - fluidi e leggeri - che vanno a comporre dei capi organici che tendono ad esaltare il corpo e le sue forme donandogli nuova vita, come in una sorta di resurrezione in cui a tornare prepotentemente al mondo sono le emozioni soprattutto quelle positive che trovano massima espressione in un altro dei messaggi utilizzati su alcuni dei capi presentati: “We are all equal”.
Altri colori utilizzati sono il nero ed il bianco simbolo di purezza e semplicità accostati a dei tagli asimmetrici, autocitazione questa, che ci riporta alle prime collezioni NUMERO 00.