Sabato 08 Agosto07:59:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il grande cuore dei sammarinesi: oltre 1 milione di euro di donazioni all'Iss per l'emergenza Covid

Tra le donazioni anche contributi arrivati dall'estero.

Attualità Repubblica San Marino | 13:57 - 07 Luglio 2020 Foto di repertorio Foto di repertorio.

Intorno alla metà di marzo sono arrivate le prime donazioni all'Istituto per la sanità e la sicurezza pubblica di San Marino con lo scopo di sostenere le innumerevoli spese legate alla imprevista emergenza sanitaria arrivata sul Titano, senza che fosse stata attivata dall’ISS una vera e propria raccolta fondi.

Dal 13 marzo al 30 giugno (data di fine emergenza) sul conto corrente dell’Iss sono giunti 1.267.998,51 euro, il tutto frutto di tanti singoli privati cittadini, sammarinesi e non, ma anche di associazioni di volontariato e culturali, circoli ricreativi, enti, club, ordini professionali, fondazioni, cooperative, aziende e realtà commerciali, partiti politici, consorzi, rappresentanti delle istituzioni, tantissime piccole e grandi donazioni, ma tutte importanti per un aiuto concreto all’Ospedale, alle direzioni e agli operatori impegnati in quelle settimane nella difficile sfida contro il COVID-19 e nel contenimento dell’epidemia.

Un sostegno che ha spesso varcato i confini territoriali, giungendo da realtà straniere, anche qui cittadini e associazioni di altri paesi, specialmente dove erano presenti le comunità sammarinesi all’estero. Da non dimenticare anche il supporto dagli ambasciatori sammarinesi, capaci di creare una rete diplomatica e di conoscenze che ha generato nel mondo simpatia, commozione e affetto per la nostra piccola Repubblica. 

Oltre alle donazioni in denaro, sono giunte all’Iss tanti tangibili “doni”, sotto forma di strumentazione sanitaria e tecnica, dispositivi di protezione individuale, gel igienizzanti, presidi di supporto per l’assistenza, test e tamponi, termoscanner, respiratori artificiali, saturimetri, tablet e molto altro, subito destinati all’uso nel corso dell’emergenza.