Venerd́ 14 Agosto12:07:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Uomo, nutrizione e ambiente: da tre seminari a Cattolica l'idea di un nuovo festival dell'ecologia

Gli appuntamenti in concomitanza con l'iniziativa "Cattolica in Fiore":

Cultura Cattolica | 13:02 - 06 Luglio 2020 L'assessore all'ambiente del Comune di Cattolica Lucio Filippini al tavolo di uno dei tre appuntamenti L'assessore all'ambiente del Comune di Cattolica Lucio Filippini al tavolo di uno dei tre appuntamenti.

Il cibo, la nutrizione e l'agricoltura come paradigmi di una nuova coscienza critica, alla base anche di un'idea già in germe, quella di lanciare un nuovo festival dell'ecologia. Forse non se l'aspettavano gli assessori di Cattolica all'ambiente Lucio Filippini e al turismo Nicoletta Olivieri che da tre serate informative e divulgative su temi così settoriali potesse nascere lo spunto per allestire un vero e proprio momento di divulgazione e sensibilizzazione sui temi ambientali ed ecosostenibili. Eppure è andata proprio così: i tre seminari serali ospitati da “Cattolica in Fiore" sono stati seguiti da molti spettatori con entusiasmo, spingendo i due assessori a riflettere su quale processo avviare per rafforzare la consapevolezza da parte dei cittadini su abitudini e comportamenti che più naturali, salutari ed ecologici.

«Dopo questa esperienza positiva ho in cuore di proporre un vero e proprio festival dell'ecologia che possa toccare più a fondo i temi dell'ambiente, dell'ecologia, del risparmio energetico», sottolinea Filippini. «Queste tre serate, visto l'interesse che hanno riscontrato, sono state spunto e stimolo per avvicinare ancora di più la comunità attraverso la sensibilizzazione e per puntare a momenti di partecipazione e formazione. Immagino delle attività, anche didattiche, che possano svilupparsi nella stagione invernale, nei mesi che precedono la primavera, e che coinvolgano i vari quartieri e le piazze della città». 

Nel primo appuntamento si è affrontato, con la psicologa Loretta Illuminati, il rapporto tra uomo e cibo a trecentosessanta gradi, con un approccio olistico, prendendo come esempi anche le tradizioni sciamaniche e indiane. Nella seconda serata l'agronomo Stefano Cerni ha trattato, in termini scientifici nutrizionali, un alimento base per la nostra dieta che è l'olio d'oliva spiegandone le proprietà organolettiche ed il suo valore come antiossidante e stimolante delle difese immunitarie. Nell'ultimo appuntamento il docente Stefano Soldati ha spiegato come sia possibile un'agricoltura diversa da quella convenzionale che impoverisce i terreni ed inquina l'ambiente e l'uomo. Si è parlato di permacultura in ambito urbano e dell'importanza di una didattica scolastica legata all'ambiente e alla natura e ad esempi concreti di orti scolastici che hanno uno scopo didattico e formativo.