Sabato 15 Agosto13:10:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Morciano, tentarono di rapinare una commessa di un supercato: 20enne e 23enne in manette

Uno di loro si era reso protagonista anche di un violento scippo ad un’anziana

Cronaca Morciano | 10:21 - 05 Luglio 2020 L'arresto da parte dei carabinieri di Morciano L'arresto da parte dei carabinieri di Morciano.

Rapinatori seriali finiscono in manette dopo un’attenta indagine dei carabinieri. Uno di loro, 20enne di origini albanesi, solo poche settimane fa, era finito in carcere per aver consumato, insieme ad un complice albanese, una violentissima rapina nei confronti di un’anziana donna a Morciano e nella giornata di sabato è stato convalidato un nuovo provvedimento cautelare di custodia in carcere, questo per la tentata rapina nei confronti di una commessa di un supermercato lo scorso 19 maggio.
A finire in manette è anche il complice del ventenne: si tratta di un 23enne romeno, residente a Morciano, nullafacente e pregiudicato. Nei suoi confronti sono stati applicati gli arresti domiciliari.
Le indagini hanno infatti consentito di accertare che i due giovani, in orario di chiusura di un supermercato del centro di Morciano, hanno atteso all’esterno una dipendente e, dopo averla pedinata, hanno tentato di farsi consegnare la borsa minacciandola con una pistola verosimilmente nascosta sotto la felpa. Da quanto emerso, mentre il 23enne guardava le spalle al proprio complice, il 20enne, con il volto travisato dalla mascherina chirurgica, ha tentato con le minacce di portare a casa il bottino. Tuttavia la donna, coraggiosamente, ha urlato chiedendo aiuto e mettendo in fuga i malviventi. I due erano stati bloccati dopo alcuni minuti dai carabinieri di Morciano e denunciati a piede libero. Le successive indagini hanno aggravato il quadro indiziario degli aggressori con la conseguente applicazione della misura cautelare.