Sabato 15 Agosto12:59:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

‘E la chiamano Rimini’, l’arte scende in piazza: le arene diventano palcoscenico

Dal 9 luglio al 31 agosto oltre 130 appuntamenti sotto le stelle tra cinema, musica e teatro

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Rimini | 15:15 - 04 Luglio 2020 L'assessore alla cultura Giampiero Piscaglia e il sindaco Andrea Gnassi L'assessore alla cultura Giampiero Piscaglia e il sindaco Andrea Gnassi.

Di Maria Assunta (Mary) Cianciaruso

Sarà un’estate insolita, ma non per questo Rimini rinuncia ad essere protagonista. La voglia di esserci è forte tanto che è nato un progetto immaginifico, degno dell’aura onirica felliniana: ‘E la chiamano Rimini’ racchiude oltre 130 appuntamenti sotto le stelle. Senza soluzione di continuità, dal 9 luglio al 31 agosto le arene diffuse della città apriranno all’arte e agli artisti, comparto fortemente provato dal Covid-19 poiché il primo a chiudere e meno sostenuto.
Dopo il cd e il video che hanno visto riunirsi gli artisti del territorio, tanti hanno voluto mettersi in gioco, comprese associazioni e sponsor per creare una rete di arene cittadine in funzione dell’arte. Un programma “in progress”, un progetto “in fieri” al quale si aggiungeranno momenti ed eventi.


In questo momento abbiamo necessità di crearci un orizzonte diverso, ne siamo usciti fragili ecco perché è necessario innescare contenuti dentro di noi – spiega il sindaco di Rimini Andrea Gnassi – e l’arte deve essere parte essenziale della visione di città. In un periodo in cui si parla tanto di “Stati generali” io proporrei gli “Stati Generali del Sogno” con l’arte che si mette a disposizione del sogno“.



LE ARENE E GLI SPAZI

Corte degli Agostiniani, Arena Lido, il Cortile della Biblioteca, la piazza sull’acqua del ponte di Tiberio, il Lapidario del Museo. E ancora, la Colonia Bolognese e altri spazi che si aggiungeranno, come gli ex Magazzini Enel, la spiaggia di Marina Grande a Viserba, il parco Marecchia, il Podere dell’Angelo: un circuito di arene e di palcoscenici diffusi che da giovedì 9 luglio accendono l’estate culturale di Rimini grazie a cinema sotto le stelle, musica dal vivo, spettacoli teatrali, letture e conferenze. Un ricco palinsesto che si intreccia con le programmazioni consolidate che il Comune di Rimini affianca come Cartoon Club, Le città visibili, Amarcort, Ulisse Fest, Croassroads.
La novità principale è rappresentata dal ritorno dell’Arena Lido, alla Darsena di Rimini: un luogo simbolo della città punto di incontro e condivisione, che si riscopre spazio di cultura e spettacolo, con un’attenzione particolare per la settima arte, il cinema. Il grande schermo sul mare si affianca a quello ormai ‘storico’ della Corte degli Agostiniani in centro storico, che quest’anno riprende il filo dei festeggiamenti felliniani, con una rassegna dedicato al Maestro e ad Alberto Sordi. A questi due poli si aggiungono gli altri spazi: il Lapidario del Museo e il Cortile della Biblioteca Gambalunga, la piazza sull’acqua del Ponte di Tiberio, fino alla Colonia Bolognese animata dall’associazione Palloncino Rosso, al Podere dell’Angelo e gli ex magazzini Enel in via Destra del Porto.  Spazi allestiti e accessibili seguendo le indicazioni indispensabili per garantire al pubblico la possibilità di godersi lo spettacolo in piena sicurezza e tranquillità.



L’ARENA LIDO E IL CINEMA

Una cordata di imprenditori, tecnici dello spettacolo, associazioni e cooperative si sono alleate per dar vita alla nuova Arena Lido alla Darsena di Rimini. Giometti Cinema, una famiglia, con importanti sale cinematografiche in tre Regioni, 12 multisale, 100 schermi; la società Khairos che gestisce il Cinema Settebello e il Cinema Fulgor, l’associazione Notorius Rimini Cineclub che collabora nella gestione del Cinema Tiberio Rimini ed ideatore di rassegne ed eventi cinematografici; Cometa Group cooperativa riminese di tecnici e lavoratori dello spettacolo; Control Room srl azienda riminese specializzata in safety e security nonché in progettazione di aree di pubblico spettacolo e eventi; l’Associazione Culturale Cambia-menti APS organizzatrice di cultura. Dal 10 luglio al 30 agosto uno spettacolo ogni sera in collaborazione con l’Accademia del Cinema Italiano Premi David di Donatello che porterà in Arena i film premiati nell’ultima edizione con i relativi ospiti.



IL JAZZ CON I GRANDI NOMI DAL VIVO

La musica jazz sarà protagonista all’Arena Lido con i grandi nomi nazionali in concerto:  “Paolo Fresu interpreta David Bowie”, doppio spettacolo per Enrico Rava insieme a  Stefano Bollani e Gianluca Petrella. Jazz protagonista ancora con Fabrizio Bosso & Jazz Inc, con Fabrizio Bosso alla tromba, Alessandro Fariselli al sax, Stefano Senni al contrabbasso, Alessandro Altarocca al pianoforte, Fabio Nobile alla batteria. Uno spazio sarà dedicato anche alla musica italiana, con un emozionante omaggio a Ivan Graziani  per voce, chitarra e batteria di Filippo e Tommy Graziani. Sul palco anche Note in Crescendo vocalist, Orchestra e band Rimini Classica, Federico Mecozzi e Sergio Casabianca.



INFORMAZIONI E PROGRAMMA

Le informazioni sulle prenotazioni, le vendite e il calendario aggiornato saranno disponibili a partire da lunedì 6 luglio al sito www.comune.rimini.it/elachiamanorimini e sulla pagina Facebook dedicata.



In audio il sindaco di Rimini Andrea Gnassi e Massimiliano Giometti, patron di Giometti Cinema

ASCOLTA L'AUDIO