Martedý 04 Agosto07:05:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coronavirus, Valpharma avvia la produzione di mascherine chirurgiche

Sarà devoluta in dono a 4 ospedali la produzione del primo giorno di lavoro

Attualità Pennabilli | 10:23 - 03 Luglio 2020 Staff Valpharma con le nuove mascherine Staff Valpharma con le nuove mascherine.

Da 40 anni Valpharma Group è impegnata in campo farmaceutico e nutraceutico per la tutela della salute e del benessere delle persone, per questo motivo ha inteso offrire risposte concrete e immediate alle esigenze della popolazione e del personale sanitario impegnato in prima linea nell’emergenza Covid-19, avviando due nuovi progetti industriali per produrre Gel Igienizzante e Mascherine monouso chirurgiche.
In un paio di settimane è stato realizzato il Gel Igienizzante Mani ‘Valgel’ che, durante l’emergenza sanitaria, è stato donato a medici e infermieri di ospedali, cliniche e ambulatori, forze dell’ordine, associazioni di volontariato sociale, residenze sanitarie assistite ed enti pubblici.


Efficienza e proattività anche per quanto riguarda la creazione della nuova linea produttiva di mascherine chirurgiche monouso impiantata nello stabilimento di Valpharma International di Pennabilli. In meno di un mese è stato possibile avviare la produzione dei dispositivi di protezione individuale. Questo progetto industriale, inoltre, in un momento così delicato ha permesso anche la creazione di due nuovi posti di lavoro. L’azione filantropica di Valpharma Group proseguirà anche con le mascherine, infatti, si è deciso di donare l’intera produzione del primo giorno di lavoro a favore del personale impegnato negli ospedali di Rimini, Novafeltria, San Marino e Lodi.
Oggi la missione di Valpharma Group è quella di essere al fianco di ogni persona nello svolgimento di attività quotidiane in sicurezza e libertà, delle imprese e delle attività commerciali nella delicata fase di ripartenza, piuttosto che di enti e ospedali durante l’erogazione del servizio pubblico grazie all’utilizzo di ‘Valmask’, la mascherina chirurgica monouso interamente Made in Italy. La mascherina, infatti, è interamente prodotta in Italia, dai filati alla produzione e confezionamento.
Le mascherine Valpharma Group rispondono alle esigenze dei consumatori, sempre più orientati all’acquisto di prodotti certificati e garantiti. Valmask è un dispositivo di sicurezza personale IIR, certificato dall’Istituto Superiore di Sanità, prodotto in conformità alla normativa UNI EN ISO 14683.

Le mascherine chirurgiche, di colore bianco con nasello semirigido ed elastici passanti dietro alle orecchie, sono composte da 2 veli, ciascuno dei quali contenente tre strati filtranti capaci di garantire un efficace areazione e un eccellente effetto barriera. Valmask ha superato i test di idrorepellenza e vanta un’efficacia di filtrazione batterica maggiore del 98%, pertanto utilizzabili anche dal personale medico e infermieristico. Nulla è stato lasciato al caso, infatti, per salvaguardare l’integrità e l’igiene delle mascherine sono state scelte confezioni richiudibili con zip, capaci di contenere 20 o 50 pezzi. Sono in vendita al dettaglio presso farmacie, parafarmacie ed erboristerie di tutta Italia e disponibili in grandi pezzature anche per aziende, strutture sanitarie e pubbliche, strutture ricettive di ogni genere.

“Siamo orgogliosi di aver avviato in meno di un mese questa nuova linea di produzione – ha dichiarato Alessia Valducci, CEO Valpharma Group – e di avere un’occasione in più per essere vicini
alle persone continuando a creare nuovi posti di lavoro in Valmarecchia, zona ad alto tasso di spopolamento ed economicamente svantaggiata. La donazione delle prime produzioni di gel igienizzante e ora delle mascherine è motivo di gioia da parte di tutti i collaboratori del nostro Gruppo. È la viva dimostrazione di come la missione aziendale si trasformi in sentimento, partecipazione attiva e vicinanza a tutti coloro che sono impegnati sul campo per tutelare la salute collettiva. Noi continueremo a impegnarci con passione, sempre crescente, per garantire la salute e il benessere di tutti, iniziando dalla sicurezza in questo difficile momento”.