Giovedì 06 Maggio10:55:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Food Truck al parco di Verucchio, il Comune: "Non è concorrenza sleale ai ristoranti"

La risposta del sindaco Sabba: "E' un'opportunità in più per evitare assembramenti"

Attualità Verucchio | 15:51 - 02 Luglio 2020 Il sindaco di Verucchio, Stefania Sabba Il sindaco di Verucchio, Stefania Sabba.

Il progetto del "RistoGirante", il food truck attivo ogni domenica sera estiva a Verucchio, nel parco Selve di San Francesco (il parco degli Ulivi), ha suscitato le proteste della Confcommercio Rimini. L'amministrazione comunale di Verucchio, in una nota, difende la scelta di concedere l'autorizzazione ai titolari del food truck, in primis motivata dalle esigenze di garantire un'adeguata offerta di spazi di ristorazione ed evitare assembramenti, concedendo "ai nostri cittadini, e non solo, nel loro graduale ritorno alla normalità, un’opportunità in più per ritrovarsi, all’aria aperta e in spazi tali da consentire di scongiurare assembramenti incontrollati". Secondo il sindaco Stefania Sabba non si tratta di concorrenza sleale verso ristoranti e altri pubblici esercizi; piuttosto sarebbe stata ingiusta la decisione di negare al food truck la possibilità di operare, "a un' attività del territorio, peraltro una di quelle che vivono prevalentemente di eventi e cerimonie che il Coronavirus appunto ha cancellato". Tornando alle ragioni che hanno spinto l'amministrazione comunale a dare l'ok al progetto, il sindaco Sabba aggiunge: "rilevante il pregio culturale, poiché tramite il cibo vengono raccontati territori e riscoperte le radici più profonde e genuine, vengono tramandate le storie che hanno fatto crescere il nostro paese, presentate le persone che qui giungono per migliorare la loro esistenza". Per ciò che concerne le conseguenze economiche del lungo periodo di lockdown, il sindaco ricorda l'impegno dell'amministrazione comunale nel 
"cercare di sostenere tutti gli esponenti della sua comunità", attraverso la messa a disposizione di spazi pubblici gratuiti, "sgravi e riduzioni, liberando decine di migliaia di euro dell’avanzo di amministrazione, per riconoscere aiuti a fondo perduto alle attività economiche, alle famiglie, allo sport". 

< Articolo precedente Articolo successivo >