Sabato 15 Agosto10:37:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: a torso nudo sfida poliziotti, poi li frusta con la cintura

L'uomo, un 46enne riminese tossicodipendente, aveva schiaffeggiato e minacciato i genitori

Cronaca Rimini | 15:46 - 02 Luglio 2020 Uomo armato di cinghia (foto di repertorio) Uomo armato di cinghia (foto di repertorio).

Un 46enne riminese, tossicodipendente in carico al Sert di Rimini, è stato arrestato ieri mattina (mercoledì 1 luglio) dalla Squadra Volante della Polizia. Gli agenti sono intervenuti intorno alle 10 in via Acquario, a seguito della segnalazione di una lite tra l'uomo e la madre. All'arrivo dei poliziotti il 46enne, sceso in strada a torso nudo, ha iniziato a lanciare parole di sfida: «scendete sbirri che facciamo i conti, vi stendo a terra tutti e due!», fino a minacciarli di morte. Dalle parole è passato ai fatti, scagliandosi contro gli agenti usando la cintura dei pantaloni come frusta. E' stato però bloccato e arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Nei suoi confronti è partita anche denuncia per maltrattamenti in famiglia. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti il 46enne , rientrato a casa dopo aver trascorso la notte fuori, aveva preso a schiaffi la madre e il padre, un 80enne disabile, per poi minacciarli di morte brandendo un coltello. A quel punto la donna ha chiamato la Polizia.