Giovedý 16 Luglio16:43:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: dietro al balcone del bar nasconde oltre 200gr di cocaina e bilancini di precisione

I Carabinieri hanno arrestato un 62enne di origini pugliesi residente a Rimini, titolare dell'esercizio

Cronaca Rimini | 17:23 - 27 Giugno 2020 Pattuglia dei Carabinieri Pattuglia dei Carabinieri.

Proseguono i servizi di prossimità nel fine settimana posti in essere dai Carabinieri della Compagnia di Rimini, finalizzati alla prevenzione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio, al rispetto delle norme in materia di codice della strada nonché al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti e alcoliche tra i più giovani. La tipologia dei servizi effettuati, che rientra in una strategia di ancor più imponente azione preventiva messa in atto dal Comando Provinciale alla luce delle ultime disposizioni normative finalizzate a contrastare la diffusione del virus Covid-19, verrà riproposta con ancora maggiore frequenza su tutto il territorio della Provincia, secondo le linee guida impartite dal Comandante Provinciale Giuseppe Sportelli, al fine di offrire ancor maggiore sicurezza alla cittadinanza ed ai turisti presenti sul territorio.

E infatti, nel corso della serata di venerdì i Carabinieri della Stazione di Bellaria Igea Marina hanno tratto in arresto in flagranza, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, un 62enne di origini pugliesi residente a Rimini, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia. In particolare, alcune segnalazioni riferivano di uno strano via vai di persone soprattutto nel tardo pomeriggio in un bar di Rivabella, nei pressi di viale Toscanelli. I militari nel corso del controllo all’esercizio pubblico, dietro al bancone, oltre ai soliti ingredienti e bevande per preparare cocktail e aperitivi hanno trovato un borsello con all'interno celati oltre 200 grammi cocaina, nonché bilancini di precisione e una sostanza in polvere da taglio dello stupefacente. Nei confronti del titolare dell’esercizio sono scattate le manette per l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Sabato mattina si è celebrata l’udienza di convalida, di fronte al Pm ed al Gip del Tribunale di Rimini, al termine del quale l’uomo è stato messo in libertà in attesa del processo.

I Carabinieri della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile di Rimini hanno svolto analogo servizio nella località di Marina Centro con l’impiego di una unità Antidroga del Nucleo Cinofili di Pesaro. A setaccio dei militari sono stati passati alcuni parchi ove recentemente al numero di emergenza del 112 erano state segnalati dei giri strani di giovani e spacciatori. Durante un controllo ad una autovettura sul lungomare all’altezza del Piazzale Marvelli, l’eccezionale fiuto dell’animale ha permesso di individuare, nascosto nell’imbottitura del sottotetto di una Volkswagen Golf, un astuccio contenente 9 dosi di cocaina per oltre 6 grammi di stupefacente. Il conducente, un albanese di 31 anni residente a Rimini, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Rimini per detenzione ai fini di spaccio. L’uomo aveva con sé anche una consistente somma di denaro, che è stata sequestrata quale provento dell’attività di traffico illecito.