Giovedý 09 Luglio17:20:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

"Dopo lockdown aumento rapine e furti a Rimini", imprenditori lanciano l'allarme

Confcommercio Rimini chiede rinforzi per le forze dell'ordine

Cronaca Rimini | 15:07 - 25 Giugno 2020 La gioielleria di Viale Regina Margherita depredata nella notte tra il 19 e il 20 giugno La gioielleria di Viale Regina Margherita depredata nella notte tra il 19 e il 20 giugno.

Non solo la preoccupazione per la ripartenza economica. A Rimini gli associati della Confcommercio temono una recrudescenza dei fenomeni criminali, dopo la diminuzione dovuta alla "serrata" imposta dalle normative per prevenire i contagi da nuovo coronavirus. Gianni Indino, presidente Confcommercio Rimini, parla di escalation dei reati, tra "furti con scasso, rapine e aggressioni". Il suo appello si unisce a quello dell'amministrazione comunale: servono rinforzi per implementare gli organici di Carabinieri e Polizia. Indino invita i colleghi imprenditori a dotarsi "di telecamere integrate con i sistemi di "Solo facendo fronte comune si può vincere questa dura battaglia contro l’insicurezza e il degrado". Onelio Banchetti, presidente di Federpreziosi, cita il recente blitz effettuato da ignoti in una gioielleria di Miramare: "I gioiellieri sono tra le categorie più colpite, tra i colleghi vedo timore e sconforto e e non vorrei che proseguendo su questa strada più di qualcuno decidesse di lasciare abbassata la serranda". I sistemi di videosorveglianza, a detta di Banchetti, non bastano: serve prevenire i reati, servono più pattugliamenti e quindi servono urgentemente i rinforzi estivi per gli organici delle forze dell'ordine.