Domenica 05 Luglio02:31:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Parco Eolico, anche l'assessore al turismo Corsini contrario. Il plauso di Italia Nostra

L'associazione ha scritto una lettera aperta all'assessore, elogiandone lungimiranza e sensibilità

Attualità Rimini | 13:10 - 25 Giugno 2020 Parco Eolico (foto di repertorio) Parco Eolico (foto di repertorio).

Il centrodestra di Riccione e la Lega di Rimini, che hanno espresso posizioni di contrarietà al parco eolico offshore al largo della costa, tra Bellaria e Cattolica, trovano un "alleato" prezioso nell'assessore regionale Dem Andrea Corsini. Corsini ha espresso le perplessità per il progetto, rilevando che in alcuni paesi del Nord Europa si stia abbandonando l'uso delle pale eoliche a favore di altre energie rinnovabili. "L'Adriatico rischia di trasformarsi da mare a foresta", dice Corsini, riferendosi a pale eoliche e piattaforme, con possibili contraccolpi per il turismo. L'intervento di Corsini trova il plauso dell'associazione Italia Nostra, tra le prime associazioni non partitiche a schierarsi contro. Italia Nostra scrive una lettera aperta all'assessore, elogiandone sensibilità e lungimiranza, e citando anche Tonino Guerra e Fellini: il primo con l'aforisma "in questi anni abbiamo avuto il difetto di togliere l'orizzonte, di cancellare l'infinito dei nostri occhi: non è solo che abbiamo perso un momento di bellezza, è qualcosa di più, qualcosa forse che non si comprende neppure fino in fondo. È probabile infatti che ci siano nella memoria ancora i segni del nostro passato primitivo, e l'incontro col mare è qualcosa di misterioso, una esperienza ancestrale". Il secondo con la celebre frase dello zio Leo in Amarcord: "Si vede il mare! E' una riga lunga e blu". E a proposito dei due artisti riminesi, Italia Nostra evidenzia: "Ci apprestiamo tra qualche mese a celebrare il centenario della nascita di entrambi col più grande museo dedicato alla loro poesia e dall’altra la realizzazione di questo mostro industriale che confligge e distrugge con la propria incombenza questa bellezza che appartiene a tutti".