Sabato 04 Luglio07:52:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il Cescot lancia i laboratori steam in rosa per avvicinare le ragazze ai lavori fra scienza e tecnologia

Saranno gratuiti e le iscrizioni sono aperte fino al 25 giugno

Eventi Rimini | 16:28 - 22 Giugno 2020 Foto da internet Foto da internet.

Partono in collaborazione con Cescot i laboratori pratici per sperimentare in maniera divertente e coinvolgente le discipline Steam, quelle legate a scienza, tecnologia, ingegneria e matematica. L’obiettivo è consentire alle ragazze dai 12 ai 19 anni di avvicinarsi in modo originale a queste discipline comunemente (ed erroneamente) associate quasi soltanto al mondo maschine.

L’esperienza, animata e divertente, è progettata per stimolare l’interesse verso settori di studio e professionali fortemente richiesti dal mercato del lavoro nei quali ancora oggi le donne sono sottorappresentate. Secondo i dati Eurostat in Italia le donne impiegate nel settore dell’informatica e delle tecnologie sono solo il 13,8 per cento. Questa discrepanza uomo-donna, probabilmente, è causata dai pregiudizi di genere che allontanano, sin dall’infanzia, le donne dal mondo scientifico e tecnico.

Lo scorso anno hanno preso parte ai laboratori oltre 200 ragazze in oltre 20 iniziative. Quest’anno gli organizzatori ripropongono l’iniziativa in modalità webinar o dal vivo, anche all’aria aperta, nel rispetto di tutte le misure di sicurezza Covid-19.

I laboratori saranno incentrati sulla realizzazione di un output concreto, come un oggetto tridimensionale, robots, app, blog, video, video giochi. Si svolgeranno da luglio a settembre, la partecipazione è gratuita, in quando il progetto “Scegliere attivamente” a cui Cescot collabora insieme agli altri enti della provincia (Enaip Centro Zavatta, Assoform, Ecipar, Demetra, Formart, Ial, Irecoop, Iscom ed Osfin) è finanziato dal Fondo sociale europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna.

Per essere informati sulla programmazione dei laboratori è sufficiente compilare il form entro il 25 giugno. Per i minorenni è richiesta l’autorizzazione di un genitore. Per maggiori informazioni chiamare il 331 1746539.