Mercoledì 08 Luglio10:23:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Apre "Musica: nuova vita per l'ex Prince di Riccione, dirige Albertino

Nei pomeriggi d’estate, la consolle di 'Musica' si trasformerà in un vero e proprio studio di registrazione

Eventi Riccione | 15:36 - 22 Giugno 2020 Un render fotorealistico del locale Un render fotorealistico del locale.

Un patto per rilanciare la collina di Riccione e il mondo della notte. E' quello siglato da 'Musica' - il nuovo club della Perla Verde che raccoglie l'eredità dell'ex Prince e che si prepara ad aprire i battenti nel mese di luglio e radio m2o, l'emittente radiofonica nazionale che, con la nuova direzione artistica di Albertino, condivide con il club un importante restyling.
Nei pomeriggi d’estate, la consolle di 'Musica' si trasformerà in un vero e proprio studio di registrazione che ospiterà le dirette radiofoniche di m2o, che per l'occasione avrà come base operativa proprio la Perla Verde.
Una collaborazione ulteriormente valorizzata dalla presenza di un partner di livello internazionale: l'etichetta inglese royalty-free 'Reheego', con mira alla scoperta e all’ascolto di artisti elettronici, con una particolare attenzione verso i giovani emergenti, seguendo loro un percorso di crescita adeguato, sia in termini economici sia di posizionamento. Fondata nel 2014 dall'imprenditore italiano Marco Rinaldo, oggi 'Reheego' è una realtà consolidata a livello internazionale, presenza costante nelle charts di tutto il mondo. Il progetto 'Musica' prevede l'apertura di un locale ‘gemello' a New York, garantendo così al brand visibilità assoluta nel panorama del clubbing internazionale.

“La collaborazione tra Musica Riccione e radio m2o rappresenta non soltanto un’importante crescita artistica e editoriale per la nostra emittente – sottolinea Albertino - ma allo stesso tempo incarna la rinascita della collina riccionese, da sempre centro nevralgico di tendenze, mode e divertimento. Possiamo considerarla un’iniezione di speranza in un momento storico unico, nel quale ognuno di noi ha bisogno di tornare alla normalità ovviamente sempre nel rispetto delle regole dettate dal buon senso”.