Lunedì 13 Luglio01:36:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione, no al parco eolico. Greta Testa (Forza Italia): "Follia ambientale e turistica"

Sollecitato il consigliere Castaldini affinché presenti una risoluzione in consiglio regionale

Attualità Riccione | 15:31 - 18 Giugno 2020 Greta Testa Greta Testa.

Le forze di maggioranza del Comune di Riccione, dell'area di centrodestra, esprimono il loro dissenso al progetto dal parco eolico off shore. Il consigliere Comunale di Forza Italia, Greta Testa, capofila di maggioranza nell'illustrazione dell'ordine del giorno "No alle pale eoliche, orizzonte libero", nel prossimo consiglio comunale, definisce il progetto "l'ennesima strumentalizzazione di una città a cui non viene data voce". La Testa parla di "danno di immagine" al turismo, di "pura follia ambientale e turistica" e sottolinea anche i costi ingenti: "la centrale eolica off shore richiederebbe  l’installazione di migliaia di kilometri di nuove linee ad alta tensione altrimenti non necessarie, in aggiunta ad un costo capitale ed energetico eccessivo e senza previa valutazione di impatto ambientale". Il progetto prevede infatti "la costruzione di 59 aerogeneratori, una rete elettrica a tensione nominale pari a 30 kV, 2 piattaforme marine, 2 condotte elettriche sottomarine, 2 giunti cavi terra-mare, 2 vasche, una condotta terrestre interrata a circa 1,70 m, una stazione utente di trasformazione 150/380 kV, un collegamento lungo circa 450 m e uno stallo di 380 kV". Il consigliere di Forza Italia ha già sollecitato il consigliere regionale "forzista" Valentina Castaldini che sarà promotrice di una risoluzione da  presentare al consiglio regionale.