Giovedý 09 Luglio16:16:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Secchiate d'acqua contro la nonna che si era rifiutata di dargli 90 euro

Le vessazioni sono costate a un 26enne riminese l'arresto. Ipotesi di reato i maltrattamenti ed estorsione

Cronaca Rimini | 13:24 - 18 Giugno 2020 Secchiate d'acqua contro la nonna che si era rifiutata di dargli 90 euro

Le ipotesi di reato sono i maltrattamenti in famiglia e l'estorsione, la vicenda ha visto per protagonista, sua malgrado, un'anziana di Rimini, vessata dal nipote 26enne, un giovane sottoposto a ordinanza di custodia cautelare in carcere. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, da dicembre scorso il nipote vessava la nonna, chiedendole continuamente denaro; in un'occasione lei si era rifiutata di consegnargli 90 euro, così lui le aveva gettato addosso una secchiata d'acqua, accompagnandola poi presso un istituto bancario, tutta bagnata, per ritirare il denaro al bancomat e acconsentire alla sua richiesta. La famiglia ha denunciato tutto e dalle indagini della Polizia sono emerse le problematiche in capo al 26enne, definito molto problematico e violento, già seguito dall'adolescenza da una comunità terapeutica per il recupero dei tossicodipendenti