Sabato 04 Luglio14:50:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Giugno più fresco della media 1991-2019, ma temperature in rialzo nel prossimi giorni

L'approfondimento con Centro Meteo ER: "Senza caldo eccessivo"

Attualità Rimini | 18:29 - 16 Giugno 2020 Bellaria-Igea Marina (Afrika Beach Bagni 77/78/79) Bellaria-Igea Marina (Afrika Beach Bagni 77/78/79).

Un giugno finora più fresco della media 1991-2019 e in media con le precipitazioni. Come proseguirà? Lo abbiamo chiesto a Federico Antonioli del Centro Meteo Emilia Romagna, con il quale ci siamo soffermati anche su altri due temi sempre di attualità: allerte meteo e app meteo del cellulare.

1 Federico, domenica - parliamo delle zone costiere del Cesenate e del Ravennate - ci sono state lamentele degli operatori per l'allerta di protezione civile. Si riapre la questione delle previsioni del tempo e delle allerte: vogliamo ricordare le specificità di un'allerta meteo?

Le lamentele, detta in maniera molto sincera, mi han fatto sorridere. L'allerta valida per Sabato era riferito al peggioramento tra pomeriggio e serata da Ovest verso Est(cosa riportata dall'Agenzia nel bollettino e che si è peraltro verificata), mentre quella di Domenica era riferita alle prime ore del 14, ossia la notte e difatti alle ore 12:00 della Domenica stessa è terminata. 
Inoltre l'allerta non è una previsione, bensì una valutazione dei possibili rischi connessi a condizioni meteorologiche avverse (previste tali). Siccome "allerta" viene usato da certi notiziari per far clamore, potremmo chiamarlo "Avviso di criticità", forse così potremmo privare certuni di giocare sul significato della parola "allerta". 
Ne approfitto peraltro per ricordare che i colori indicano l'estensione della criticità sulla marco-area allertata. Gialla significa locale, arancione diffusa, rossa estesa. 
Come se io avessi tre sottopassi. Con la gialla se ne allaga uno, con l'arancione due, con la rossa tutti e 3. Ma anche con la gialla avremmo lo stesso pericolo di perdere vite umane, beni o quant'altro. Non significa che con la gialla il pericolo sia più debole, anzi, questo è l'errore che commettono molti nella lettura delle allerte.

2- Per quel che riguarda le previsioni, purtroppo ancora c'è un "abuso" delle app..

Una causa persa. Troppo comodo averle sul proprio smartphone, per molti è diventato un business realizzare app meteo con dati anche di dubbia qualità. Inoltre il 98% delle app per smartphone forniscono previsioni automatiche. Ossia sono dati di un computer trasformati in semplice icona, ma non vi è alcuna verifica da parte del previsore. Poi vogliamo parlare di orari e chilometri? Le app forniscono un prodotto appetibile ed illusorio, perché la meteorologia è una scienza e, scientificamente, è impossibile fornire orario e località in cui pioverà con esattezza, soprattutto in caso di temporali che sono per eccellenza i fenomeni più circoscritti e di complessa previsione.

3-Mese di giugno: considerando metà mese (15 giugno), i primi quindici giorni, dal punto di vista delle temperature e delle precipitazioni cosa possiamo dire? Come mai ancora non abbiamo avuto le famigerate ondate di caldo?  

Direi più fresco della media, di circa 1,5°C se consideriamo come media di riferimento l'ultimo trentennio (1991-2019), mentre in media con le precipitazioni. Le ondate di caldo non si son viste grazie al fatto che l'anticiclone nordafricano, protagonista del caldo soffocante di alcune delle ultime estati, per ora rimane decisamente defilato e non "invade" il bacino del Mediterraneo, il quale ha visto la presenza frequente di flussi perturbati capaci quindi di accentuare l'instabilità anche sul nostro territorio, in particolar modo nelle ore pomeridiane.

4-Il mese di giugno come è destinato a proseguire, per i dati che ci sono oggi?  

Ancora un po' di variabilità nei prossimi giorni ma con la situazione che sembra potersi stabilizzare maggiormente rispetto agli ultimi giorni. Temperature in rialzo ma senza caldo eccessivo. Mi sento di escludere ondate di caldo almeno fino a inizio Luglio.

5-Possiamo azzardare un outlook sui mesi di luglio e agosto?  

Gli outlook mensili e stagionali rientrano tra i prodotti sperimentali che non andrebbero divulgati, non senza una spiegazione accurata in merito alla loro interpretazione. Innanzitutto non possono essere considerati come "previsioni", nel dettaglio di precipitazioni, temperature, stato del cielo e tutti gli altri parametri che siamo abituati a leggere nei bollettini. In aggiunta a questo, la loro attendibilità non è certo elevata e comunque non si riferiscono a zone circoscritte come province o regioni ma ad aree ben più ampie come il territorio nazionale, il bacino del Mediterraneo oppure il contesto europeo. 
Provando ad "azzardare" i prossimi due mesi risulteranno sì più caldi di questo Giugno ma senza particolari eccessi, con la possibilità di qualche passaggio instabile. Come dire, alla "faccia" di chi in primavera sentenziava estate con gran secco e caldo insopportabile (questo per far capire ulteriormente come queste previsioni stagionali siano poco attendibili).

Tutti gli aggiornamenti, con un formato innovativo, son disponibili su  www.centrometeoemiliaromagna.com
Segui Centro Meteo Emilia Romagna su Facebook e Instagram
Iscriviti al canale Telegram