Domenica 05 Luglio22:56:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Coronavirus Pesaro 12 giugno: zero vittime e zero contagi

Il 18 marzo il picco di 200 ricoveri

Attualità Pesaro | 20:55 - 12 Giugno 2020 La direttrice generale di Marche Nord, Maria Capalbo La direttrice generale di Marche Nord, Maria Capalbo.

Non si registrano nuove positività al Covid-19. E' quanto rilevato dal Gores nell'ultimo aggiornamento. I casi accertati nella vicina provincia di Pesaro dall'inizio dell'emergenza sono complessivamente 2.754. Nel bollettino odierno non si registrano nuove vittime, 526 in tutto.

La provincia di Pesaro-Urbino ha registrato il maggior numero di nuovi casi giornalieri Covid delle Marche, con un picco raggiunto il 18 marzo scorso, quando si sono registrati ben 100 nuovi casi positivi in un solo giorno. Nelle Marche oggi sono circa 6.840 i casi positivi, di cui il 40,79% residenti nel pesarese. L'azienda ospedaliera ha fronteggiato questa emergenza con 46 posti letto di intensiva e 98 di semi intensiva che si sono andati ad sommare ai 18 posti letto di malattie infettive, per un totale di 151 posti letto dedicati al ricovero di pazienti Covid. Dai reparti Covid di Marche sono stati dimessi 920 pazienti. Il picco dei ricoveri si e' raggiunto il 18 marzo con oltre 200 persone ricoverate nelle strutture dell'azienda.
Durante l'emergenza Covid Marche Nord ha continuato a garantire l'erogazione delle prestazioni in regime di emergenza-urgenza coerentemente alle disposizioni ministeriali e regionali: i pronto soccorso dei presidi di Fano e Pesaro dall'inizio della pandemia (26 febbraio) hanno accolto 10.543 pazienti di cui 2.120 accessi relativi a pazienti che presentavano sintomi respiratori sospetti.
"Il virus ci ha travolto e noi abbiamo cercato di combattere questo nemico subdolo e invisibile - Spiega la direttrice generale di Marche Nord, Maria Capalbo -. Ci siamo riusciti in qualche modo. Non abbiamo fatto mancare niente a nessuno dando le cure necessarie a tutti quelli che arrivavano. Dai dati presentati abbiamo visto che il 18 marzo e' stato il giorno piu' buio della provincia".