Giovedý 03 Dicembre21:40:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Non solo pazienti, dramma Dentix anche per 400 lavoratori

Il 21 giugno scadono le ulteriori cinque settimane di cassa integrazione in deroga

Attualità Rimini | 16:58 - 10 Giugno 2020 La sede di Dentix in via IV Novembre La sede di Dentix in via IV Novembre.

Non solo clienti, anche per 400 lavoratori sono momenti drammatici per il fallimento della Dentix. Il 21 giugno scade la Cassa Integrazione Ordinaria: serve un altro ammortizzatore sociale, rimarcano i sindaci. 

"Questo, fermo restando la volontà di riaprire quanto prima, anche per dare risposte ai pazienti che necessitano di interventi in alcuni casi di natura sanitaria", specificano i sindacati che dunque "chiedono certezze sulla continuità aziendale oltre a garanzie sui pagamenti delle retribuzioni, e in particolare sugli accantonamenti dei trattamenti di fine rapporto dei dipendenti". 

In Emilia-Romagna Dentix ha una clinica anche a Rimini. Massimo Rancati (Adiconsum) spiega: "numerosi pazienti si sono rivolti ai nostri sportelli, perchè ora rischiano di essere lasciati con le cure dentali a metà e un finanziamento sul groppone". 

Dentix, infatti, caldeggiava un finanziamento per far fronte alle costose cure odontoiatriche, "in maniera da incassare immediatamente l'intero importo, scaricando interessi e rischi sul consumatore. Ma le cliniche non rispondono già più ai pazienti" e Adiconsum è pronta ad aiutarli "a partire dall'annullamento del finanziamento". 

Da Reggio Emilia a Rimini, da Modena a Ravenna, ma anche a Bologna e Forlì, si moltiplicano i casi di persone danneggiate, e ora si somma l'allarme occupazionale.