Giovedý 02 Luglio14:37:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Presidente Inps: imprese non riaprono per opportunismo. Lo sdegno di Confindustria Romagna

Il presidente Paolo Maggioli: "parole umilianti e divisive"

Attualità Rimini | 15:06 - 09 Giugno 2020 Paolo Maggioli, presidente di Confindustria Romagna Paolo Maggioli, presidente di Confindustria Romagna.

Hanno indignato parte dell'opinione pubblica le parole del presidente dell'Inps Pasquale Tridico, secondo cui le imprese non riprenderebbero l'attività per opportunismo, in quanto, in attesa che il mercato riparta, è lo Stato a farsi carico dell'80% della busta paga dei lavoratori. Dichiarazioni che il direttivo di Confindustria Romagna bolla come "umilianti e divisive", esprimendo amarezza e sconcerto. "L'esatto opposto dello spirito di coesione invocato di recente dal Presidente Mattarella e dai più alti esponenti del Governo, indispensabile in questa delicatissima fase di ricostruzione del Paese", afferma il presidente dell'associazione, Paolo Maggioli. 

Maggioli parla di dichiarazioni "gravi", in quanto "dette da un'autorità che ricopre un incarico pubblico e guida un'istituzione in prima linea in questa emergenza". Il n.1 di Confindustria Romagna evidenzia gli sforzi fatti dalle imprese che "rischiano di non ripartire per la forte contrazione della domanda e per gli oneri a cui, nonostante la crisi di liquidità, devono comunque adempiere".