Giovedý 02 Luglio10:52:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tre motivi per riammettere il Rimini Calcio in C

Li elenca l'assessore allo sport del Comune Gianluca Brasini: "Il Rimini non deve essere ripescato, ma riammesso"

Sport Rimini | 14:03 - 09 Giugno 2020 L'allenatore del Rimini Giovanni Colella L'allenatore del Rimini Giovanni Colella.

Rimini retrocesso in Serie D, Giorgio Grassi dimissionario dal ruolo di presidente. Ieri (lunedì 8 giugno) la decisione del Consiglio Federale della Figc ha creato un vero e proprio terremoto per la Rimini sportiva. Dopo l'attacco del sindaco Andrea Gnassi, oggi (martedì 9 giugno) è la volta dell'assessore allo sport Gianluca Brasini, che elenca tre motivi per riammettere il Rimini in Serie C. 

Sotto l'aspetto giuridico, la decisione del Consiglio Federale della Figc si basa sulla normativa del Decreto Legge "Rilancio", che dà potere alla Federazione per decidere sull'annullamento, prosecuzione e conclusione dei campionati. Ma il Decreto Legge non è mai stato convertito in Legge. "Un cavillo, si dirà, ma non è così, perché in fase di conversione spesse volte intervengono modifiche, anche sostanziali", spiega Brasini, che chiede una modifica: la verifica del rispetto dei pagamenti e dei versamenti, un "pre-requisito essenziale per definire le classifiche".

Come rimarcato anche dal sindaco Gnassi (secondo motivo), il Rimini è società economica sana e non può pagare per quelle società che invece "navigano a vista e sopravvivono in barba alle regole". Il terzo motivo è sportivo: Rimini retrocesso con gli stessi punti del Fano, stessa differenza reti, lo scontro diretto terminato 0-0 a Fano, solamente per aver conseguito una vittoria in meno dei marchigiani, il tutto con 33 punti ancora a disposizione. 

Il Comune di Rimini ribadisce di essere pronto a sostenere il Rimini Calcio nel ricorso al Collegio di garanzia dello Sport del CONI ed eventualmente al Tar e al Collegio di Stato. "Il Rimini non deve essere ripescato, il Rimini deve essere semplicemente rimesso al posto che gli spetta", spiega Brasini.