Giovedý 02 Luglio14:27:55
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

FOTO Rotary Club dona un automezzo all'emporio solidale di Riccione

Servirà al trasporto di derrate alimentari e beni di prima necessità da consegnare alle persone bisognose

Attualità Riccione | 13:08 - 06 Giugno 2020 La consegna dell'automezzo La consegna dell'automezzo.

Questa mattina, sabato 6 giugno, si è tenuta una breve cerimonia di consegna dell'automezzo donato dal Rotary Club Riccione "Perla Verde" alla Consulta della Solidarietà per il progetto Emporio Solidale di Riccione e le loro attività.

Dopo la recente inaugurazione dell'Emporio Solidale il progetto, promosso dal Comune di Riccione in partenariato con la Consulta della Solidarietà Città di Riccione, è entrato pienamente nella fase operativa garantendo ai cittadini riccionesi in condizioni di difficoltà socio-economiche l'accesso ai percorsi di sostegno alimentare e di inclusione sociale. L'Emporio Solidale ha così mostrato sin da subito la fondamentale valenza ed efficacia grazie ai volontari delle associazioni della Consulta in termini di risposte ai bisogni della cittadinanza, soprattutto nel periodo di gestione della crisi economica e sociale conseguente all'emergenza sanitaria Covid-19.

Ora l'innovativo progetto, che si ispira al modello del "supermarket" sociale, si appresta a ricevere un importante contributo per la qualificazione del servizio, grazie alla donazione da parte del Rotary Club Riccione "Perla Verde" di un automezzo attrezzato per il carico di derrate alimentari e beni di prima necessità, che i volontari della Consulta utilizzeranno per le loro attività di solidarietà e per l'approvvigionamento dei beni di cui potranno fruire i cittadini beneficiari del progetto. Diversi volontari di associazioni della Consulta e altri volontari non aderenti collaborano costantemente alla gestione dell'Emporio. Tanta è la soddisfazione per la buona riuscita di questa iniziativa, che ora sarà incrementata dalla generosa donazione di un automezzo. Un sentito ringraziamento da tutto il direttivo al presidente Daniele Gusella e a tutto il suo consiglio.