Marted́ 07 Luglio13:56:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dal 2 giugno riaprono le porte i musei della Città e da venerdì nuova rassegna estiva all'aperto

Le Opere allo scoperto saranno ambientate ai giardini del Lapidario e degli Sguardi oltre che in Domus

Eventi Rimini | 14:34 - 01 Giugno 2020 Uno scatto interno alla Domus del Chirurgo di Rimini Uno scatto interno alla Domus del Chirurgo di Rimini.

Martedì 2 giugno riaprono le porte anche i musei di Rimini, tornando a offrire il piacere di assaporare la bellezza del patrimonio cittadino di arte e di storia. La riapertura si inserisce delicatamente nel contesto della festa della Repubblica, annunciando l'arrivo della bella stagione negli orari già estivi (museo della Città e Domus del Chirurgo da martedì a domenica dalle 10 alle 19, museo degli Sguardi con apertura a richiesta negli stessi orari) e nel programma di iniziative raccolte sotto il titolo “Estate al Museo”.

Il giardino del Lapidario, il cortile interno intitolato a Khaled al-Assad, il giardino del museo degli Sguardi e il vasto ambiente della Domus del Chirurgo saranno la cornice di un nutrito programma di iniziative: luoghi privilegiati in cui restare piacevolmente all'aria aperta per 'vivere il museo', per condividere esperienze che vedranno il racconto di storie e relazioni e anche la contaminazione di linguaggi espressivi diversi.

A iniziare dalla nuova rassegna “Opere allo scoperto”, una serie di appuntamenti che renderanno protagonisti sia i gioielli dei musei sia le opere meno famose, talvolta uscite per l'occasione dal deposito o dalla vetrina per svelare le loro storie e i loro segreti.

Il primo appuntamento è venerdì 5 giugno alle ore 18 con “Il palatium di piazza Ferrari” a cura di Orietta Piolanti dei musei comunali. Un percorso nell'area archeologica che porta all'attenzione uno dei più belli e originali esempi di edifici della Rimini fra V e VI secolo, venuto in luce con i suoi splendidi mosaici a fianco della più celebre Domus. L'iniziativa è riservata a un massimo di 12 partecipanti: è possibile prenotare telefonando allo 0541 793851.

Per soddisfare le tante richieste giunte anche in questo lungo periodo di chiusura, tutti i mercoledì mattina alle ore 10.30 verrà proposta una visita gratuita alla Domus (max 12 partecipanti).