Giovedý 09 Luglio15:40:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riapre la trattoria La Romagnola: il titolare fu il primo contagiato ufficiale da nuovo coronavirus

Il 71enne Cesare Emendatori ribadisce: "contro di me e la mia famiglia accanimento. Non sono un appestato"

Attualità San Clemente | 11:53 - 31 Maggio 2020 Cesare Emendatori e il sindaco di San Clemente, Mirna Cecchini Cesare Emendatori e il sindaco di San Clemente, Mirna Cecchini.

Ieri (sabato 30 maggio) ha riaperto la trattoria "La Romagnola" di San Clemente, il ristorante di Cesare Emendatori, imprenditore 71enne che il 26 febbraio scorso è stato il primo caso accertato di Sars-CoV-2 nel riminese. Ospite della prima serata anche il sindaco Mirna Cecchini, che sulla pagina Facebook del Comune ha evidenziato: "La ripartenza è anche questo. Da qui si riparte, con la proverbiale tenacia e determinazione che contraddistingue la nostra comunità e i nostri operatori, da dove si era lasciato quando è scattata la fase clou dell’emergenza sanitaria da Covid-19". Voglia di normalità, seppure con il rispetto delle nuove regole e con l'utilizzo della mascherina. In occasione della riapertura, Cesare Emendatori ha voluto ribadire: «Siamo stati trattati da appestati, io e la mia famiglia. Contro di me c'è stato accanimento: io non ho attaccato il virus a nessuno, non è possibile dire da dove sia partito il contagio». Emendatori, in quei giorni, aveva ospitato nel suo ristorante persone provenienti da Milano, da Bergamo e anche dalla Cina, che erano state agli eventi fieristici organizzati a Rimini a inizio 2020.  Il passato è comunque alle spalle: il 71enne ristoratore è guarito completamente dalla polmonite provocata dal Sars-Cov-2 e non ha avuto strascichi dall'insidiosa malattia. Adesso è "solamente" uno dei tanti laboriosi imprenditori del territorio riminese chiamato a gestire i delicati equilibri della ripartenza nella Fase 2.