Martedì 24 Novembre09:45:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Stop alcolici da asporto dopo le 21, Cattolica segue l'esempio di Rimini

L'ordinanza è in vigore da venerdì (29 maggio) e rimarrà in vigore fino al 30 giugno

Attualità Cattolica | 07:28 - 31 Maggio 2020 Il sindaco di Cattolica Mariano Gennari Il sindaco di Cattolica Mariano Gennari.

Cattolica segue l'esempio di Rimini e dispone con ordinanza lo stop all'asporto degli alcolici dopo le 21, al fine di evitare assembramenti che sono stati rilevati, nei giorni scorsi, anche sul territorio della "Regina".

L'ordinanza, che dispone il divieto per i pubblici esercizi di effettuare servizio al banco e di vendere per asporto alcol di qualsiasi gradazione, dalle 21 alle 7, è scattata venerdì scorso (29 maggio) e avrà validità, come l'omologa di Rimini, fino al 30 giugno, salvo eventuali successivi provvedimenti in considerazione dell'evolversi della diffusione epidemiologica del virus, in considerazione del fatto che Cattolica sia stata una delle città più colpite dai contagi di nuovo coronavirus.

Il divieto è esteso a esercizi di vicinato, attività commerciali su area pubblica, attività artigianali da asporto e distribuztori automatici. Vietato ovviamente anche il consumo, da parte dei cittadini, di alcol, dalle 21 alle 7, su area pubblica o privata a uso pubblico, compresi parchi, giardini aperti al pubblico.