Domenica 05 Luglio21:35:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Anche a Rimini i controlli sulla spiaggia per la tutela del fratino

Il Comandante Carabinieri Forestali Terzi: "I cani sono un rischio per i fratini"

Attualità Rimini | 15:11 - 30 Maggio 2020 Fratino (foto di repertorio) Fratino (foto di repertorio).

Complice il lockdown, in diverse spiagge della riviera adriatica è tornato a nidificare il fratino, piccolo uccello considerato indicatore biologico della qualità ambientale dei tratti costieri. Dall'ultimo monitoraggio, risultano essere una quarantina le coppie di volatili che stanno preparano una nido sulle sabbie di Goro, Comacchio, Ravenna, Cervia, Riccione e Rimini. Come disposto dalla Regione Emilia-Romagna, sono state adottate misure di protezione per i nidi come coperture metalliche e controlli sulle spiagge programmati dai Comuni.

Per tutelare il fratino "è importante anche adottare comportamenti responsabili", ha spiegato l'assessora regionale alle Aree protette Barbara Lori. "Uno dei maggiori rischi per questi volatili - ha aggiunto il comandante dei carabinieri forestali di Rimini Aldo Terzi - sono i cani, lasciati liberi di correre in spiaggia. Siamo impegnati nei controlli e anche nel sensibilizzare i concessionari degli stabilimenti balneari che devono far convivere la propria attività con la presenza del fratino".