Domenica 05 Luglio08:04:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Droga, speronamento auto Carabinieri e un tentato investimento: indagini su un 69enne di Saludecio

L'uomo è attualmente recluso nel carcere dei Casetti ed è stato raggiunto da un nuovo provvedimento giudiziario

Cronaca Saludecio | 13:17 - 28 Maggio 2020 La droga e le armi sequestrate durante le attività di indagine La droga e le armi sequestrate durante le attività di indagine.

Un 69enne domiciliato a Saludecio, attualmente detenuto nel carcere di Rimini, è stato raggiunto da una nuova ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Sezione Riesame e Appelli del Tribunale di Ancona, su richiesta del Sostituto Procuratore Cerioni. Al 69enne sono contestate le ipotesi di reato di detenzione e spaccio di stupefacenti in concorso, la detenzione e il porto abusivo di armi e la ricettazione. Secondo gli inquirenti, l'uomo risulta il complice delle attività illecite della moglie, che lo scorso 25 novembre fu arrestata con 300 grammi di eroina e una pistola calibro 7.65, munita di silenziatore, custodite in una garage del pesarese. La stessa donna aveva riferito nel corso dell'interrogatorio davanti al gip che droga e arma fossero del marito. Nelle indagini, i Carabinieri rinvenirono poi 400 grammi di cocaina, 100 di eroina e 700 ml di metadone, nonché tutto il materiale per confezionare i panetti di stupefacente. Un ingente rinvenimento a seguito del quale il 69enne si assunse la paternità della detenzione della droga. Ma i guai per il 69enne non erano finiti: il 6 dicembre era evaso dai domiciliari per acquistare un camper a Forlimpopoli, verosimilmente per avviare un periodo di latitanza. Il 13 dicembre si era sottratto all'inseguimento dei Carabinieri, speronando l'auto dei Militari, venendo però rintracciato quattro giorni dopo e arrestato. Sul capo del 69enne c'è anche un'indagine avviata dalla Procura di Forlì per il tentato investimento di un uomo.