Giovedý 02 Luglio12:02:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dal 29 maggio ripartenza de L'arboreto Teatro Dimora di Mondaino

Dal 9 marzo, il Teatro Dimora di Mondaino è stato disabitato ma non incustodito

Eventi Mondaino | 12:27 - 28 Maggio 2020 Paola Bianchi Paola Bianchi.

Dopo oltre due mesi di chiusura, il Teatro Dimora di Mondaino, il teatro nel bosco dell’Arboreto riapre le porte per accogliere di nuovo la ricerca degli artisti,
in sicurezza e a porte chiuse. Venerdì 29 maggio, con un appuntamento online per raccontare la passione di chi si è trovato di fronte a un “vuoto” e ha cercato di “mettere in scena e in rete” le proprie riflessioni sul destino dell’arte e degli artisti. Lunedì 1 giugno, con la prima residenza creativa post Covid della coreografa e danzatrice Paola Bianchi che con il suo corpo ritorna ad abitare il Teatro Dimora.

Dopo un lungo lavoro di incontri e di confronti con gli artisti, gli operatori e le Istituzioni pubbliche sulla necessità di riportare in scena gli artisti per sostenerli nelle pratiche di studio e ricerca (in sicurezza e a porte chiuse, aspettando l’arrivo del pubblico, previsto dopo il 15 giugno) L’arboreto - Teatro Dimora di Mondaino è una delle prime realtà nazionali di residenza per la creazione di nuove opere a ricominciare i dialoghi con gli artisti e le comunità di prossimità: un segnale positivo e di speranza per un “ritorno alla normalità” del sistema teatrale regionale e nazionale.

«Ricordami di te. Dal 9 marzo, il Teatro Dimora di Mondaino, il teatro nel bosco dell’Arboreto, è stato disabitato ma non incustodito. Sorvegliato a distanza, l’assenza delle persone è stata sostituita dai versi degli animali e dai silenzi del paesaggio che è cresciuto spingendosi oltre le vedute consentite. La natura del nostro progetto culturale ha generato nuove fessure da cui scrutare l’orizzonte e altri respiri per riprendere il cammino e la scrittura dei nostri percorsi.
Ricordami di te per comprendere il valore dell’accoglienza e del rispetto, nelle scene dei teatri e nelle terre di mezzo che non appartengono a nessuno ma consentono l’incontro e l’inclusione».

Queste le parole del direttore artistico de L’arboreto - Teatro Dimora di Mondaino, Fabio Biondi, che anticipano i tempi della riapertura pubblica degli spazi per gli spettacoli dal vivo, prevista per il 15 giugno, e confermano a livello nazionale il ruolo dell’Arboreto come una delle realtà di innovazione e sperimentazione delle buone pratiche per il teatro e la danza.