Giovedý 02 Luglio14:39:58
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Veglia in memoria delle vittime della mafia, San Gaudenzo si prepara alla tradizionale messa

In programma nella serata di venerdì 29 maggio nel rispetto delle norme antivirus

Eventi Rimini | 10:11 - 27 Maggio 2020 La parrocchia di San Gaudenzo in piazza Mazzini a Rimini oltre porta Montanara (foto da Facebook) La parrocchia di San Gaudenzo in piazza Mazzini a Rimini oltre porta Montanara (foto da Facebook).

Venerdì 29 maggio alle 21 la parrocchia di San Gaudenzo a Rimini ripropone la tradizionale veglia della legalità, che quest'anno cambia ottemperanza alle norme anti Coronavirus. Con brevi letture, testimonianze e l’intervento del giudice Eugenio Cetro si onorerà la memoria di tutte le vittime della mafia.

Quella di San Gaudenzo è una ricorrenza che si ripete ormai da 17 anni e che cade nella settimana in cui ricorre  dell’uccisione del giudice Giovanni Falcone, della moglie e degli uomini della sua scorta (23 maggio 1992), per tenere desta l’attenzione sulla gravità e purtroppo sull’attualità della massiccia presenza delle mafie, anche nel territorio riminese e dell’Emilia-Romagna, invitando alla vigilanza attiva, alla responsabilità e all’impegno personale.

La veglia si comporrà di due parti: la capienza della chiesa con i posti segnati e distanziati è di 80 persone. Si ricorda di indossare la mascherina. Per chi non potrà presenziare o non riuscirà a entrare, la cerimonia sarà trasmessa anche in streaming.