Giovedý 22 Ottobre16:43:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Motopesca riminese sconfina in acque croate per pescare: denunciato il comandante

Gli attrezzi da pesca utilizzati sono stati sottoposti a sequestro penale

Cronaca Rimini | 12:42 - 22 Maggio 2020 Motopesca riminese sconfina in acque croate per pescare: denunciato il comandante

Nella notte tra giovedì e venerdì (21-22 maggio) la Guardia Costiera ha portato a termine una verifica su una motopesca della marineria di Rimini, che aveva sconfinato nelle acque territoriali croate, svolgendo attività di pesca non autorizzata. Una verifica, effettuata al ritorno dell'imbarcazione nel porto di Rimini, resa possibile dal sistema di monitoraggio del traffico navale "Pelagus". Il comandante è stato denunciato per violazione del Decreto Legislativo 4 del 9 gennaio 2012, che fa divieto alle unità battenti bandiera nazionale di “pescare in acque sottoposte alla sovranità di altri Stati, salvo che nelle zone, nei tempi e nei modi previsti dagli accordi internazionali, ovvero sulla base delle autorizzazioni rilasciate dagli Stati interessati”.  Gli attrezzi da pesca utilizzati sono stati sottoposti a sequestro penale.