Giovedý 02 Luglio14:26:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Gianni Indino: "No a spiagge aperte 24 ore su 24. Danno per le attività del centro e dei viali"

Il presidente di Confcommercio Rimini avanza dubbi anche sui controlli dei distanziamenti in spiaggia

Attualità Rimini | 15:06 - 21 Maggio 2020 Gianni Indino presidente di Confcommercio Rimini Gianni Indino presidente di Confcommercio Rimini.

Gianni Indino, presidente di Confcommercio Rimini, interviene nel dibattito relativo alla proposta di apertura delle spiagge 24 ore su 24, avanzando dei dubbi sulla validità della stessa. Il dubbio è che favorire le attività posizionate "sulla sabbia" potrebbe escludere, dai flussi serali, quelle invece posizionate sui viali delle zone a mare o quelle dei centri cittadini. Secondo Indino, infatti, i turisti potrebbero essere trattenuti nel pecorso "spiaggia-camera-spiaggia", ignorando le passeggiate e lo shopping in altre zone della città. Indino avanza dubbi anche sulla sicurezza: «A chi spettano i controlli sui distanziamenti di centinaia di persone, chi sanifica per rendere la spiaggia fruibile la mattina seguente? Chi controllerà il mare di notte quando non c’è servizio di salvataggio?». Indino, che chiede un confronto sul tema con le amministrazioni, ribadisce anche i dubbi sul servizio di delivery in spiaggia: «Bene la spiaggia, bene gli aperitivi al tramonto e se deve essere pasti sotto l’ombrellone lo sia a condizione che non si facciano figli e figliastri concentrando tutto solo su un aspetto. Anche perché quei pochi pasti serviti sotto l’ombrellone l’estate scorsa, si sono rivelati poco più che una brutta copia dei picnic in spiaggia anni Sessanta e ora c’è il timore di una mensa a cielo aperto».