Sabato 30 Maggio14:07:28
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini anticipa il futuro con la programmazione strategica: priorità salute, ambiente e mobilità

La città diventa un caso scuola: dibattito a tre stasera sulla nostra pagina Facebook

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Rimini | 10:16 - 21 Maggio 2020 Andrea Gnassi, Stefano Bonaccini e Stefano Boeri ospiti del confronto di stasera Andrea Gnassi, Stefano Bonaccini e Stefano Boeri ospiti del confronto di stasera.

Il futuro della città di Rimini «non va ridisegnato, va accelerato», perché la pianificazione strategica non è partita ieri ma anni fa e il percorso intrapreso dall'amministrazione comunale ha obiettivi ben precisi che vanno nell'ottica della valorizzazione ambientale, dell'ecosostenibilità, delle relazioni sociali. Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi anticipa alcuni dei contenuti che saranno al centro del suo intervento durante il dibattito "Il Parco del Mare", in programma questa sera alle 18 in diretta Facebook anche sulla pagina di Altarimini e organizzato con la media partnership della nostra redazione e di Radio Bruno. Alla conferenza parteciperanno anche il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e l'architetto di fama internazionale Stefano Boeri, per riflettere su quali saranno priorità ci consentiranno di perseguire uno sviluppo davvero sostenibile in termini urbanistici, programmatici, politici e sociali. Ad acompagnarli nella riflessione il giornalista Gigi Riva.

«Tutta la programmazione fatta finora intende cambiare lo sguardo della città verso la sua identità e la sua storia, unendo il ponte di Tiberio al mare grazie al superamento delle fratture interne alla città, ma anche portando i giardini sul mare al posto di auto e cemento», aggiunge il sindaco, «quando si sforano i limiti di emissione di PM10 nell'aria ci privano dell'uso delle auto per qualche giorno, ma in due mesi abbiamo scoperto tante cose come i negozi di vicinato, o i servizi a domicilio. La Covid-19 ci ha fatto rimettere al centro la salute, l'ambiente, l'umanità tra le persone che non va legata solo alle emozioni del momento, che può essere fondante di una città che si riprende i suoi borghi, i quartieri, offrendo una mobilità diversa».

La tavola rotonda è organizzata dalla piattaforma "Rimini domani, adesso".

ASCOLTA L'AUDIO