Sabato 08 Agosto17:09:12
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Campionato di Serie C ripartirà a giugno, Grassi (Rimini): "Impossibile continuare"

Il patron biancorosso è amareggiato: "Cassate tutte le proposte dell'assemblea di lega"

Sport Rimini | 07:52 - 21 Maggio 2020 Giorgio Grassi con l'addetto stampa del Rimini Sergio Cingolani Giorgio Grassi con l'addetto stampa del Rimini Sergio Cingolani.

E' amareggiato Giorgio Grassi, presidente del Rimini, dopo la decisione del consiglio federale della Figc che ha disposto anche la ripresa del campionato di Serie C. La terza serie era compatta nel chiedere uno stop, a causa delle difficoltà delle società, per ragioni economiche, a garantire il protocollo per lo svolgimento della competizione in tempi da epidemia di Sars-CoV-2. Di seguito le parole del patron biancorosso: "Il fatto che siano state cassate quasi per intero le proposte emerse nell'assemblea di Lega Pro, dallo stop ai campionati per mancanza oggettiva delle condizioni necessarie alla ripresa passando per il blocco delle retrocessioni, costituisce senza dubbio una sorpresa. Una bocciatura di questo tipo, di fatto nella sua totalità, è stata una decisione che non ci aspettavamo. Ora torneremo a confrontarci con le altre società, di certo dallo scorso 7 maggio, da quando cioè l'assemblea di Lega aveva espresso a larghissima maggioranza determinate posizioni, non è cambiato nulla. Penso, ad esempio, all'aspetto relativo ai protocolli sanitari sul quale molti medici sociali hanno espresso ben più di una perplessità. Se nella sostanza era impossibile continuare qualche settimana fa allo stesso modo lo è oggi".