Venerdý 05 Giugno23:55:05
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Museo Fellini di Rimini: il 20 maggio i lavori entrano nel vivo

Tra le società impegnate c'è anche Maggioli di Santarcangelo. Interventi complessivi da 3 milioni e mezzo di euro

Attualità Rimini | 12:27 - 19 Maggio 2020 Rendering del museo Fellini di Rimini Rendering del museo Fellini di Rimini.

Con la consegna di Castel Sismondo alla ditta appaltatrice, entrano nel vivo i lavori per la realizzazione del Museo Fellini, il più grande progetto museale dedicato al genio del regista riminese. Dopo l’aggiudicazione, nel gennaio 2019, del bando internazionale per la progettazione e l’approvazione, nell’autunno scorso, del progetto esecutivo con il coinvolgimento di un comitato tecnico scientifico di alto profilo, da domani (mercoledì 20 maggio) iniziano i lavori. Un percorso complesso, condizionato in quest’ultima fase dall’emergenza sanitaria, ma che si è sempre mantenuto nel solco del cronoprogramma concordato con il Mibact e che dunque vedrà la sua conclusione entro la fine dell’anno. Si comincia da Castel Sismondo, che ha appena ospitato con grande successo di pubblico e di critica la mostra “Fellini 100. Genio immortale” che del Museo è stata un’anticipazione, non solo di allestimenti e impostazione, ma soprattutto del clamoroso interesse mediatico e delle notevoli ricadute, anche turistiche, di una grande esposizione dedicata al cinema del genio riminese.

E’ stato dato avvio pertanto all’esecuzione dei lavori edili, impiantistici e dei servizi di allestimento scenografico e multimediale, dando così inizio all’intervento nei tempi programmati, al raggruppamento
di imprese che si è aggiudicato in via definitiva l’affidamento dei lavori e dei servizi di realizzazione degli allestimenti del Museo Fellini. Un raggruppamento capeggiato dalla società Lancia s.r.l. di Pergola (PU), insieme a - Aplomb s.r.l. di Staffolo (AN), Ett S.p.A. di Genova, Opera Laboratori Fiorentini S.p.A. di Firenze, Maggioli S.p.A. di Santarcangelo di Romagna (RN) e Civita Mostre e Musei S.p.A. di Roma. Il valore complessivo dell’aggiudicazione è di 3.563.862 euro, di cui 1.967.000 per l’esecuzione dei lavori e 1.596.862,11 per i servizi di realizzazione degli allestimenti.