Mercoledý 28 Ottobre12:36:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riaprono le attività, ma non le discoteche. Indino: "Dateci un sostegno a fondo perduto"

Da metà giugno spettacoli e concerti all'aperto a numero limitato e posti a sedere assegnati

Attualità Rimini | 08:12 - 18 Maggio 2020 Corso d'Augusto lunedì 18 maggio Corso d'Augusto lunedì 18 maggio.

Rimini prova oggi a ripartire dopo il lockdown nel rispetto delle linee guida arrivate dopo il confronto governo-Regioni. Nell'ultimo decreto firmato dal premier Giuseppe Conte, c'è l'ok da metà giugno agli spettacoli all'aperto, con distanze da rispettare, posti assegnati e al massimo mille persone in compresenza.

Non è ancora arrivato però il turno delle discoteche, tanto che il presidente regionale del sindacato locali da ballo Gianni Indino chiede un sostegno a fondo perduto. Anche il sindaco di Rimini Andrea Gnassi è preoccupato: "Bene la decisione di aprire le frontiere a inizio giugno. Ma non possiamo far finta di non vedere che in Europa sta prendendo forza un orientamento che mira a tagliare fuori Italia e Spagna dai grandi corridoi turistici anglosassoni e tedeschi a favore di Croazia e Grecia".

Intanto il ministro Boccia annuncia una proposta alle Regioni per azzerare le procedure amministrative a carico delle imprese.