Luned́ 25 Maggio23:26:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Gli studenti riminesi nel lockdown: le loro storie raccolte su Instagram

Iniziativa del progetto provinciale Scegliere attivamente per condividere foto e video

Attualità Rimini | 12:06 - 16 Maggio 2020 L'immagine grafica dell'iniziativa Instagram L'immagine grafica dell'iniziativa Instagram.

Come hanno passato il lockdown i ragazzi riminesi, e come stanno vivendo la “fase 2”? A chiederglielo su Instagram è il progetto Scegliere attivamente, promosso dalla Provincia di Rimini e finanziato dalla Regione Emilia-Romagna tramite il Fse, in collaborazione con Consigliera di Parità, Ufficio scolastico, enti di formazione, Camera di commercio, enti locali, organizzazioni sindacali e di categoria.

Gli studenti riminesi potranno pubblicare su Instagram video, foto, storie, taggando @scegliereattivamente e #coseacasachallenge, per raccontare la loro esperienza in questo periodo, le attività, le emozioni, le aspettative, i cambiamenti.

Il progetto Scegliere Attivamente, arrivato alla seconda annualità, nasce dalla consapevolezza dell’importanza dell’orientamento quale fattore strategico per ridurre la dispersione scolastica e garantire il successo formativo degli studenti e delle studentesse. La Regione Emilia-Romagna, anche attraverso risorse del FSE, ha dato il via ad azioni orientative e di supporto al successo formativo a livello territoriale, realizzando una pluralità di interventi e opportunità per rispondere ai bisogni dei giovani di essere accompagnati nei propri percorsi educativi e formativi. Con la regia della Provincia di Rimini, grazie al concorso di partner istituzionali e del mondo economico/sociale (Ufficio Scolastico, Camera di Commercio, Enti Locali, Organizzazioni sindacali e di categoria) e con la collaborazione della Consigliera di Parità, è stato quindi sottoscritto il Piano triennale di azione territoriale per l’orientamento e il successo formativo. La progettazione coinvolge Enti Locali, Scuole, Enti di formazione e altri attori del territorio (ad es. Università, Tecnopolo...) e si compone di iniziative diversificate, complementari e modulabili, rivolte agli studenti delle scuole secondarie del primo e secondo ciclo ed in generale ai ragazzi dai 12 ai 19 anni, alle loro famiglie, ad insegnanti ed operator.