Lunedý 01 Giugno21:04:14
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio, il mister della Berretti Cinquetti: "stop arrivato nel momento migliore"

Tempo di bilanci per il tecnico biancorosso: "Avevamo ancora possibilità di qualificarci alla fase 2"

Sport Rimini | 15:32 - 13 Maggio 2020 Rosa della Berretti del Rimini Calcio Rosa della Berretti del Rimini Calcio.

Sesta tappa del nostro viaggio all’interno del settore giovanile del Rimini F. C., dopo la decisione della Federazione di terminare anzitempo la stagione causa l’emergenza sanitaria in atto. E’ la volta di mister Giordano Cinquetti, tecnico della formazione Berretti, che traccia così il bilancio della stagione vissuta assieme ai propri ragazzi.

“Peccato sia finita così perchè l’ultima parte della stagione è quella più importante a livello di valutazioni, quella in cui si tirano le somme. Lo stop è probabilmente arrivato nel nostro momento migliore, a due giornate dal termine della stagione regolare avevamo ancora qualche possibilità per qualificarci alla fase successiva. Nonostante questo, l’annata è stata comunque positiva perchè siamo cresciuti molto, sia come squadra che dal punto di vista della personalità. All’inizio, pur non avendo fatto male, è mancata la giusta consapevolezza. Con il passare delle settimane e dei mesi i ragazzi hanno acquisito maggiore convinzione nei propri mezzi e questo ha permesso loro di esprimersi al meglio”. Mister Cinquetti spende parole di elogio per il gruppo. “Sono ragazzi eccezionali, tutti si sono sempre allenati con grande impegno e tanto entusiasmo. Una menzione particolare la meritano coloro che hanno trovato un po’ meno spazio perchè non hanno mai mollato, hanno sempre dato tutto per farsi trovare pronti. Davvero ho avuto il piacere di lavorare con un grande gruppo”. Le soddisfazioni non sono mancate nemmeno dal punto di vista dello stretto rapporto con la prima squadra. “Abbiamo dato continuità al percorso dello scorso anno, quando Pari era già entrato nell’orbita della prima squadra. In questa stagione Alessandro ha debuttato in campionato, collezionato alcune presenze ed è entrato stabilmente, e a mio avviso meritatamente, nel gruppo. La ciliegina sulla torta è stata chiaramente quella di Angelini, in gennaio passato al Milan dopo avere esordito in Coppa in estate ed essere stato diverse volte in panchina con la prima squadra. Ma altri ragazzi, penso ad esempio a Pecci e Santarini, sono stati convocati e si allenano stabilmente con i grandi. Questa, oltre che per i nostri giovani, credo sia la soddisfazione maggiore per noi tecnici e per tutta la società. Il fine del nostro lavoro è proprio quello di portare qualche ragazzo del nostro settore giovanile in prima squadra o in qualche club di categoria superiore e quando questo accade è motivo di orgoglio per tutto il Rimini”. Anche i più grandi tra i ragazzi della cantera biancorossa non vedono l’ora di ricominciare. “Il nostro preparatore, Ivan Celli, tutte le settimane ha dato loro uno specifico programma di allenamento che tutti hanno svolto con grande serietà. Non so quando né come si tornerà in campo, ma quando la ripresa sarà definitiva sono certo i ragazzi ripartiranno con tanto entusiasmo e grande voglia di correre dietro a un pallone e ai loro sogni”.

Sergio Cingolani - Ufficio stampa e comunicazione Rimini F. C.