Mercoledý 28 Ottobre12:41:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Pomeriggio di follia per un 47enne che sperona auto polizia e fugge, fermato a Cattolica 

L'uomo, ubriaco al volante residente a Gabicce, è stato bloccato dai carabinieri di Riccione

Cronaca Cattolica | 11:18 - 11 Maggio 2020 Carabinieri del radiomobile di Riccione Carabinieri del radiomobile di Riccione.

Fugge alla polizia civile di San Marino sfrecciando ad oltre 70 chilometri all'ora sulla Superstrada, sorpassando e speronando le auto davanti e danneggiando seriamente un'auto di pattuglia. Ubriaco al volante, l'uomo, un marchigiano di 47 anni, residente a Gabicce, ma domiciliato a Cattolica è stato bloccato poco dopo dal Radiomobile dei carabinieri di Riccione, ed è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza. Ieri pomeriggio intorno alle 17.30, una pattuglia della polizia civile di San Marino ha intercettato, mentre procedeva a gran velocità sulla Superstrada, una Bmw di grossa cilindrata con il 47enne alla guida. A quasi 100 chilometri orari dopo una serie di infrazioni al codice della strada, passando ad alta velocità sulle strisce pedonali, speronando e urtando le fiancate della auto durante i sorpassi, è stato intercettato da una pattuglia che con sirene e lampeggiante gli ha intimato l'alt. Ignorando l'obbligo di stop, ha quindi preso a tutta la velocità un sottopasso sulla Superstrada e quando all'uscita si è ritrovato l'auto della polizia, come in un film si è fatto largo con un sorpasso pericoloso tra l'auto della pattuglia a destra e un'altra auto a sinistra, danneggiandole entrambe. Scattata subito la segnalazione alle Forze dell'ordine in Italia, visto che l'auto era oramai riuscita a superare il confine di Stato, i carabinieri del radiomobile di Riccione l'hanno fermata nel territorio del Comune di Cattolica. Il 47enne che stava probabilmente ritornando a casa è stato denunciato in Italia per guida in stato di ebbrezza, e a San Marino per danneggiamento delle auto, per non essersi fermato all'alt della polizia e per la violazione delle norme Covid perché, come risulta dalla telecamere sui varchi statali sammarinesi, è entrato ed uscito dal territorio dello Stato senza fermarsi e senza alcun motivo di necessità.