Luned́ 25 Maggio23:06:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Edilizia scolastica, in arrivo 4,1 milioni di euro per adeguamenti sismici

Coinvolte scuole di Rimini, Riccione e Santarcangelo di Romagna

Attualità Riccione | 10:47 - 11 Maggio 2020 Lavori alla scuola Panoramica di Riccione (foto di repertorio) Lavori alla scuola Panoramica di Riccione (foto di repertorio).

Buone notizie per il territorio provinciale in materia di edilizia scolastica: sono in arrivo oltre 4,1 milioni di euro di finanziamenti finalizzati a mettere in sicurezza gli edifici scolastici dal punto di vista della normativa antisismica.

La nuova assegnazione ministeriale si colloca nella cornice della programmazione triennale provinciale 2018/2020 e si sostanzia in quattro interventi sul fronte degli adeguamenti antisismici e delle nuove costruzioni.

Nel dettaglio, i finanziamenti riguardano la demolizione e ricostruzione della succursale di via Tambroni dell’istituto professionale "L.B. Alberti" di Rimini, un intervento che viene finanziato con oltre 1,5 milioni di euro; l'adeguamento sismico della scuola primaria di via Pescara dell’Ic Miramare di Rimini, anche qui con due finanziamenti per un totale di 900 mila euro; l'adeguamento sismico della succursale di via Galilei della scuola secondaria di primo grado Franchini di Santarcangelo di Romagna, finanziata per 500 mila euro; infine la costruzione della nuova scuola primaria Marina Centro di via Catullo dell’Ic Zavalloni di Riccione, sostenuta economicamente con 1,2 milioni di euro.

Oltre agli stanziamenti sopra citati, grazie ai cofinanziamenti comunali, il volume degli investimenti sul territorio provinciale ammonterà a circa 6,1 milioni con appalti e interventi da aggiudicarsi indicativamente entro il 2021. L’attività programmatoria ha dovuto contemperare le esigenze di intervento della Provincia sugli istituti superiori (come l’Alberti) con quelle dei comuni per le scuole del primo ciclo. «I risultati confermano l'ottimo lavoro di squadra, coordinato dalla consigliera provinciale Alice Parma che ha la delega in quella che è la funzione programmatoria triennale di edilizia scolastica, competenza delegata dalla Regione Emilia-Romagna», sottolinea il presidente dell'ente Riziero Santi, «nella quale la Provincia dimostra capacità di relazione e coordinamento con i Comuni per soddisfare le esigenze dell’intero territorio provinciale».