Giovedý 22 Ottobre19:55:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Poliziotto assassinato a Napoli, una delegazione dei sindacati depone una corona in suo onore

Pasquale Apicella ha tentato di bloccare la fuga di un gruppo di rapinatori

Attualità Rimini | 11:26 - 09 Maggio 2020 La corona all'ingresso della Questura di Rimini La corona all'ingresso della Questura di Rimini.

Lunedì 27 aprile nella città di Napoli mentre tentava di bloccare la fuga a dei rapinatori che avevano appena tentato un colpo in banca è deceduto nell’adempimento del dovere l’agente scelto Pasquale Apicella.
“ Alla cerimonia funebre, a causa delle restrizioni previste dall’emergenza sanitaria in atto, non è stato possibile portare il nostro saluto e il giusto onore al nostro collega, anche alla luce dell’alto numero di colleghi che avrebbero voluto partecipare”.  Così si legge in una nota dei sindacati di polizia. Una delegazione ieri ha deposto in suo onore una corona di fiori all’ingresso della Questura.
 
“Nel fermo intendimento di voler onorarne la memoria del collega scomparso, in contemporanea con lo svolgimento dei funerali di stato – si legge ancora - una piccola delegazione delle segreterie provinciali di Rimini del SIULP, SAP, COISP, SIAP, SILP per la CGIL e federazione FSP Polizia di Stato, nel rispetto delle attuali misure di distanziamento sociale, si sono recate presso la lapide del monumento ai caduti presente presso la locale Questura per depositare un omaggio floreale alla memoria di Pasquale Apicella. Purtroppo piangiamo un altro collega che ha sacrificato la propria vita per servire il paese e per difendere la legalità. Un sacrificio che ci auguriamo non resti vano e che merita di essere adeguatamente ricordato. Per questo motivo contemporaneamente, in tutta Italia, latono state organizzate cerimonie commemorative da parte dei nostri colleghi.
Spiace solamente che ufficialmente nessun rappresentante dell’Amministrazione potrà presenziare in quanto pare gli sia stato impedito da superiori disposizioni. In questi momenti che dovrebbero unire tutta la nostra comunità, spiace che inutili personalismi, risultino invece di divisione”.
Pasquale lascia moglie e due figli piccoli a cui i sindacati si stringono nel loro dolore.